La nuova arena non ferma la Virtus, Treviso cade sotto i colpi di Gaines

Ottava vittoria in campionato su altrettante partite giocate per la Virtus Bologna che supera, seppur con qualche difficoltà, la DeLonghi Treviso. Una partita combattuta per 40 minuti, con la squadra di Menetti che esce a testa altissima dalla Virtus Segafredo Arena, il nuovo impianto costruito dalla società per le prossime cinque partite casalinghe della Segafredo. MVP di serata è Frank Gaines che con 18 punti nel terzo quarto permette ai padroni di casa di allungare sugli ospiti. 

Il destino ha voluto che la prima partita nella nuova arena bianconera arrivasse a pochi giorni dalla scomparsa di due grandi dello sport a Bologna e in particolare della pallacanestro virtussina come Gianfranco Civolani e  dell’ ex presidente Romano Bertocchi, quest’ ultimo omaggiato con un minuto di silenzio. La partita comincia e gli ospiti partono subito forte con due bombe di Cooke e Fotu. La Virtus risponde dalla lunga distanza con Ricci, mentre Gamble costringe Tessitori il terzo fallo personale. Markovic prima fa, alzando una palla al bacio per Gamble, e poi disfa perdendo un pallone banale e permettendo a Cooke di segnare 3 punti in transizione. Cournooh sbaglia una tripla aperta dopo una grandissima azione delle V Nere, ma poi si rifà con i due liberi che chiudono il quarto sul punteggio di 20-17 in favore dei padroni di casa. 

Il secondo quarto comincia con un protagonista inaspettato: Alviti segna due bombe consecutive che fanno tornare la DeLonghi in testa. Markovic riporta le V Nere in parità con un gioco da tre punti e poi Weems si invola in contropiede per i due punti del sorpasso. Anche Teodosic comincia a mettersi in proprio e segna 7 punti consecutivi, ma Treviso riesce a ritrovare la parità grazie al talento di David Logan, che con un canestro da metà campo porta i suoi in vantaggio di 6 lunghezze a fine secondo quarto.

Il terzo parziale comincia con un’ azione confusa della Virtus, dalla quale però escono due punti grazia alla correzione a rimbalzo di Ricci su un tentativo di Gaines. La Virtus riesce a tornare a contatto passandosi la palla in attacco e accendendo Gaines, che dopo una tripla dall’ angolo segnerà i successivi 13 dei 15 punti virtussini, permettendo alle V Nere di chiudere il quarto 68-60. 

Ad inizio quarto quarto entrambi gli attacchi faticano, ma Treviso riesce a riportarsi a -3. La Virtus prova ad allungare il divario con le triple di Teodosic e Weems ma Fotu respinge ogni tentativo di fuga. Sono poi i liberi di Ricci e la schiacciata di Gamble a lanciare la Segafredo a +9. Treviso però non molla e i canestri di Parks e Logan riportano la DeLonghi a -2 fino al recupero di Teodosic che lancia Hunter a segnare i due punti del definitivo 84-79. 

Di Lorenzo Bertusi

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento