F1, Vittoria Fortuita a Sochi per Hamilton, problemi per Vettel

Lewis Hamilton (Mercedes) vince fortuitamente il Gran Premio di Sochi con Sebastian Vettel (Ferrari) che, dopo una partenza da manuale, si ritira a causa della rottura della MGU-K, azzerando le possibilità di un’altra doppietta in Rosso.

Doppietta, invece, l’hanno fatta le Mercedes con Hamilton che torna alla vittoria dopo ben 4 gare e con Valtteri Bottas che, giocando il ruolo di gregario perfetto, difende la seconda posizione da un indemoniato Charles Leclerc (Ferrari).

Lewis Hamilton dirige la gara davanti a Valtteri Bottas e Charles Leclerc
(Photo by Zak Mauger / LAT Images)

La Scuderia Ferrari aveva tutte le carte in regola per finire 1-2 per la seconda volta consecutiva. Pole Position di Charles e 3 piazza per Sebastian, il secondo prendeva la scia del primo e porteggevano la prima posizione da Lewis Hamilton.

Infatti alla prima curva così è stato, Vettel davanti con Leclerc dietro. Il piano però prevedeva un rapido scambio di posizioni da parte dei ferraristi pochi giri dopo.

Così non è stato, Vettel stava dimostrando di avere il passo giusto per dominare la gara, mentre Leclerc ad ogni curva aveva Hamilton che gli soffiava sempre più forte sul collo.

Lo scambio infine è avvenuto, ma solo dopo il pit-stop di entrambi i piloti della Rossa di Maranello, quando il vero disastro è arrivato come un fulmine a ciel sereno.

Durante il primo giro di Vettel con le medie appena montate, l’MGU-K del ferrarista cede costringendolo a parcheggiare la propria monoposto vicino ad una via di fuga, facendo scattare la Virtual Safety Car. Vettel, affranto, si lascia scappare queste parole per radio: “..riportate i V12..”.

A questo punto è corsa al pit-stop per tutte le vetture che approfittano dello sconto sulla perdita di tempo della percorrenza della pit-lane.

George Russell (Williams), alcune curve dopo essere rientrato in pista, perde il controllo della vettura a causa della rottura dell’impianto frenante portandola contro le barriere, innescando il regime di Safety Car vero e proprio.

In quel frangente pure i piloti della Mercedes si fermano per un cambio gomme, inaspettatamente la Ferrari lascia fuori il monegasco con le medie montate in mezzo alle Mercedes con le soft.

Il muretto Ferrari si accorge troppo tardi dell’errore commesso e cerca di salvare il salvabile pittando Leclerc con due giri di ritardo rispetto agli altri, montando a loro volta le soft.

Successivamente Charles non è più stato in grado di scalare la vetta della gara, rimandendo bloccato dietro a Valtteri Bottas, dovendosi accontentare di un mero terzo posto dopo aver conquistato la Pole Position sabato pomeriggio.

Fonti:

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Pietro Passeri

Studente di Chimica Industriale a Bologna, da sempre appassionato di Motori. Due o quattro ruote non fanno differenza, se si muove con energia propria e fa rumore ha la mia attenzione. Sempre disposto a mettere in discussione la propria opinione e affamato di sapere. Conduttore del programma Red Flag su Radio1909

Lascia un commento