Buona la prima per la Virtus Bologna. Battuta Roma 74-67

La Virtus Segafredo Bologna inaugura questa nuova stagione con una vittoria casalinga contra la Virtus Roma per 74-67. Il top scorer della partita é Kyle Weems (19 punti), il quale divide il titolo di MVP con Stefan Markovic, autore di un solo punto ma già leader di questa squadra, con ben 12 assist a referto. Buona prova anche di Gaines (14 punti) e Hunter (12 punti e 4 palle recuperate). Per la squadra della capitale da segnalare le prestazioni di Buford e Kyzlink autori entrambi di 17 punti.

La Virtus Bologna inaugura questo nuovo campionato in casa, ospitando la neopromossa Virtus Roma. Coach Djordjevic schiera in quintetto Markovic, Cournooh, Weems, Ricci e Gamble, mentre coach Bucchi risponde con Moore, Buford, Pini, Kyzlink e Baldasso. Il primo possesso è per la Segafredo ed è Ricci a segnare il primo canestro della stagione per la Virtus su assist di Markovic, a cui risponde l’ ex fortitudo Pini con una tripla. La partita prosegue con l’ attacco delle Vu Nere un po’ bloccato (2-7 dopo 3:30). Djordjevic butta Gaines nella mischia, il quale sblocca il canestro della Virtus con una tripla. Gamble è bravo a guadagnarsi alcuni tiri liberi, anche se ne converte solo uno su quattro. La partita continua e la Virtus alza la voce in difesa, non facendo segnare Roma per oltre 3 minuti. Subentrano Hunter, Pajola e Baldi Rossi, con questi ultimi due che segnano subito rispettivamente 2 e 3 punti. Il primo parziale si chiude 17-16 in favore della Segafredo.

Il secondo quarto è inaugurato da Hunter con un canestro più fallo, anche se il tiro libero supplementare viene sbagliato dal giocatore ex AEK. Pini infila 4 punti consecutivi e porta Roma in vantaggio, anche se Weems riporta subito la Virtus a +4 con 5 punti in fila. Gamble segna 2 punti in transizione grazie ad un bell’ assist di Markovic e Bucchi é costretto a chiamare timeout dopo il 7-0 di parziale della Virtus. Roma esce bene dal timeout con Pini che segna ottenendo anche il fallo di Gamble ed è il primo a raggiungere la doppia cifra personale. La Segafredo prova l’ allungo a +8 con 5 punti consecutivi di Pippo Ricci, tra cui una tripla in transizione su assist del solito Markovic. Hunter difende alla grande per poi far partire Markovic in transizione che regala un grandissimo assist dietro la schiena a Gaines, il quale segna col fallo. Markovic e Hunter si cercano e si trovano a meraviglia e la Virtus raggiunge il +15 a un minuto all’ intervallo, anche se una bomba da 9 metri allo scadere dei 24 e un tiro libero di Kyzlink fanno tornare le Vu Nere negli spogliatoi in vantaggio di 12 lunghezze.

Il terzo quarto si apre con la palla recuperata di Hunter che schiaccia in contropiede. Kyzlink segna due punti in penetrazione dopo un rimbalzo in attacco non controllato dalla Virtus, ma Weems punisce la zona di Bucchi con una bomba dall’ angolo. Buford risponde a sua volta con una tripla in step back, ma dall’ altra parte Markovic continua ad inventare passaggi, e lancia un alley-oop perfetto a Weems. La Virtus continua a difendere alla grande e Cournooh segna i due liberi del + 17 al 24’. Weems è caldissimo e segna 5 punti consecutivi grazie agli assist del solito Markovic e alla grande difesa di Vince Hunter. Al 25’ è 56-34 Virtus. Roma però non è mai doma e segna due triple con Baldasso e Alibegovic che riportano la squadra capitolina a -13 al 28’ e questa volta è Coach Djordevic a  fermare la partita chiamando un timeout. Baldi Rossi risponde alla tripla di Buford con altri 3 punti il quale però segna un ulteriore canestro da oltre l’ arco portando il suo bottino personale a quota 17 e il terzo quarto si chiude 64-52 in favore della Segafredo.

Il quarto quarto comincia con Roma che riduce lo svantaggio a 10 punti di scarto e Djordjevic inserisce il suo quintetto base, con la sola eccezione di Gaines al posto di Cournooh a 8’ dalla fine della partita ed è proprio il primo di questi due a riportare la Segafredo in doppia cifra di vantaggio. Ricci segna un canestro di pura voglia, mentre dall’ altra parte Baldasso prima segna una tripla e poi serve un assist dietro la schiena a Kyzlink che porta la Virtus Roma a -8 a 2:30. La Segafredo spreca un paio di occasioni, e la squadra della capitale ne approfitta per tornare a -6. La Virtus Roma allunga la difesa e Markovic riesce a guadagnare un fallo e quindi due liberi, poichè Roma ha esaurito il bonus, ma ne converte solo uno. Roma è a -5 a 24” dalla fine ma Gaines trova libero Weems che non ha problemi a schiacciare e a chiudere la partita sul 74-67 finale in favore della Segafredo e regalando così ai tifosi virtussini la prima gioia stagionale.

Di Lorenzo Bertusi


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento