MotoGP, Petrucci tinge il Mugello di rosso Ducati

Prima vittoria per Danilo Petrucci in MotoGP che risponde alle critiche in una gara in bagarre con Dovizioso e Marquez.

Finalmente una bella gara ricca di sorpassi, che per la prima parte vede un gruppone compatto, smaltito giro dopo giro dal ritmo forsennato imposto dai primi. Andrea Dovizioso parte bene dalla nona posizione e alla prima curva si ritrova in terza posizione, dietro al compagno di squadra e a Marc Marquez. Sorprende Alex Rins che rimonta e sorpassa fino alle prime posizioni. Dietro di loro cadono tirati al limite Morbidelli, Bagnaia e Miller, mentre Quartararo e Crutchlow perdono terreno.

Nell’ultima parte di gara tanti cambi di posizione non hanno permesso una fuga di uno tra i quattro di testa. Determinante la staccata a fine rettilineo ad inizio ultimo giro con Petrucci che infila aggressivo Marquez e Dovizioso, con il forlivese chiuso a panino che è costretto a togliere il gas e a dire addio alle possibilità di vittoria. Ultimi chilometri perfetti di Danilo Petrucci che difende la posizione e conquista una meritata prima vittoria in carriera in MotoGP.

Prova di forza quindi di Ducati che conquista un altro doppio podio, ma anche di Marquez che rimane con il secondo posto come peggior risultato in stagione (a parte lo 0 di Austin) e guadagna altri 4 punti in classifica su Dovizioso in una pista “sfavorevole”.

Bella gara di Rins, ad un passo dal podio dopo un weekend difficile, di Nakagami 5° con la Honda non ufficiale e di Michele Pirro (7°), wild card di Ducati al GP d’Italia.

Ancora peggio del solito le Yamaha, con Rossi che attraverso il suo peggiore weekend al Mugello in carriera partendo 18° e cadendo mentre si trovava al 22° posto. Sembrava la giornata delle Petronas, ma Morbidelli è caduto e Quartararo ha chiuso in decima posizione. Meglio Vinales, 6° ma mai in condizioni di poter giocarsi il podio.

Buon nono posto per la KTM di Espargaro, ancora in crescita, mentre non trova la strada della rinascita Jorge Lorenzo, tredicesimo al traguardo.

Race Classification

Le parole dei protagonisti

Danilo Petrucci: “Non ho parole per commentare quello che è accaduto perchè quello che sento dentro è tale da non riuscire ad esprimerlo. Non ci poteva essere luogo migliore per una vittoria di questo genere. Un risultato frutto del lavoro e dell’impegno, reso possibile grazie a chi mi vuole bene e chi mi ha aiutato. Tra questi cito anche Andrea Dovizioso che mi ha sostenuto nei momenti più complicati“

Marc Marquez: “Sapevamo che sarebbe stata una giornata in cui ci saremmo dovuti difendere e ci siamo difesi nella maniera migliore. Siamo rimasti lì, all’ultimo giro ho attaccato, ci ho provato ma purtroppo ho perso la traiettoria nella prima curva. Danilo ha meritato la vittoria, è stato più veloce. Il mio obiettivo era concludere davanti a a Dovizioso, Rins e Valentino e ci siamo riusciti. Sono molto felice di questi venti punti in Italia.”

Andrea Dovizioso: “Tutta la gara è stata difficile, ci mancava grip perché la temperatura era molto più alta rispetto a ieri e quindi tutti abbiamo faticato a trovare aderenza. Nel complesso dobbiamo però essere contenti perché abbiamo lottato per la vittoria ancora una volta e questo è sicuramente positivo; sono un po’ deluso per la terza posizione, su questa pista avevamo bisogno più punti ma alla fine ha vinto Danilo e sono felicissimo per lui perché la meritava davvero, si impegna sempre tantissimo in allenamento e questo risultato fa bene alla Ducati”

Sources: motogp.com

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Daniele Lanza

Nato a Bologna nel 1996. Studente di Produzioni Animali alla facoltà di Agraria di Bologna. Appassionato di motori (MotoGP e SBK) e ducatista fin dalla nascita. Conduttore del programma Red Flag su Radio1909.

Lascia un commento