“La nostra miglior partita”. Le dichiarazioni del post gara di Mihajlovic, Lyanco e Pulgar

Il Bologna passeggia su un Parma arrendevole e sfortunato, passando su campo amico per 4-1. Di seguito le parole dei protagonisti rossoblù che con questa vittoria allungano ulteriormente sulla zona calda della retrocessione.

Mihailovic

“La nostra salvezza passa dalle partite in casa, lo abbiamo detto da subito. Ne abbiamo vinte 6 di fila, non succedeva da tanto, ma aldilà di questo l’importante è che abbiamo vinto tutto giocando bene, soprattutto oggi. abbiamo preparato bene la partita e i ragazzi sono entrati in campo convinti. Quando giochi con questa mentalità vinci. Anche perché se non lo fanno devono poi vedersela con me. Se credevo a questi risultati? Io mi pongo sempre degli obiettivi, e mano mano li amplifico. Ci manca poco per la salvezza matematica, ma è vero anche che siamo a pochissimo dal decimo posto. Dobbiamo fare di tutto per guadagnare più punti possibili, vogliamo alzare sempre più l’asticella raggiungendo mano mano nuovi obiettivi. Lunedì andremo a Roma per fare la nostra partita, vedremo anche cosa farà l’Empoli. Destro? Ha avuto qualche occasione, non giocava da un po’, ma come ho detto siccome si allena bene è giusto che giochi. Corbo? Mi piace far giocare i giovani quando c’è possibilità. Lui può diventare un giocatore importante, dovrà avere la possibilità di giocare con continuità. Ho deciso di farlo debuttare oggi perché era un risultato favorevole, ma lo avevo in testa da un po’. Segreti di campo? Se facciamo bene nei secondi tempi è perché stiamo bene fisicamente. Ne approfittiamo quando gli altri si abbassano perché abbiamo corsa. Da quando siamo arrivati abbiamo alzato l’intensità degli allenamenti, se non corri non puoi giocare in serie A. Krejci? Se è migliorato è merito suo. Abbiamo dovuto lavorare sui terzini perché questa era una squadra costruita sul 3-5-2. Sono stati tutti bravi, applicati e hanno ottenuto questi risultati. Il merito è di Krejci come degli altri, sono un grande gruppo, si allenano bene e vogliono ottenere buoni risultati. Finale campionato? Per come la vedo io, per vedere un campionato più giusto senza risultati quasi falsati, può essere utile fare un play out, come in serie B, perché almeno fino all’ultimo si giocano partite combattute. Il calore dei tifosi? So che per un allenatore non succede spesso, per me è una grande soddisfazione. So che la gente riconosce quello che ho fatto, ma il merito è di chi va in campo. Io ho cercato di trasmettere la mia passione; mi fa piacere sentire i tifosi così vicini perché mi da soddisfazione e li ringrazio per questo. È un pubblico che è sempre stato meraviglioso, se abbiamo ottenuto questi risultati è anche merito loro.”

Lyanco

“Sono contento per il primo gol in a ma soprattutto per la squadra. Questa settimana mi sono allenato solo due giorni ma ho detto a tutti che volevo giocare. Salvezza? Non siamo ancora salvi, mancano due partite e siamo davanti solo di cinque punti, vediamo con la Lazio. Futuro? Ho visto l’intervista di Cairo, ha detto che si fida di me e che mi vuole a Torino, ma non ci sto pensando. I tifosi ci hanno supportato anche oggi, per noi sono fondamentali. Danilo? Con lui mi trovo molto bene, il fatto di parlare la stessa lingua ci aiuta.


Pulgar

“Sono contento per il gol ma soprattutto per la vittoria, abbiamo dimostrato di voler vincere. Non siamo riusciti a trovare il gol nel primo tempo ma ci siamo detti che con pazienza e tranquillità avremmo raggiunto il nostro obiettivo. Giocando così, più offensivi, ci divertiamo di più ma poniamo sempre attenzione alla fase difensiva. Siamo contenti di condividere questa vittoria con chi ci tiene a noi. Da quando è arrivato il mister abbiamo capito che tutti eravamo in discussione, ha alzato subito il ritmo di allenamento: ogni volta è una guerra. Copa America? A livello personale per me è stato un anno positivo, sto concentrato sul Bologna ma la nazionale è sempre il mio obiettivo. Salvezza? Ancora no, la matematica non c’è ancora. Dobbiamo lottare anche la prossima partita. Il futuro del mister? È chiaro che arrivati a questo momento sarebbe la cosa migliore per tutti se rimanesse, ma ancora non lo sappiamo. “

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento