La Ferrari si gioca il tutto per tutto

Dopo una settimana di stop le monoposto più veloci del mondo tornano finalmente a ruggire sul circuito di Montmeló. Proprio sul circuito catalano la Formula 1 inizia il suo tour europeo e le monoposto iniziano ad essere aggiornate in modo massiccio.

L’osservata speciale è la Ferrari che, alla quinta gara stagionale, è ancora a bocca asciutta di vittorie, ma continua ad essere l’unica candidata a spezzare il dominio Mercedes anche dopo 4 doppiette inanellate dalle Frecce Argento da inizio stagione. Sembra proprio che la Rossa di Maranello stia reagendo di conseguenza annunciando attraverso il Team Principal (Mattia Binotto), oltre al nuovo pacchetto aerodinamico, il debutto anticipato del secondo motore questo fine settimana anzichè in Canada. Accompagnerà l’entrata della seconda Power Unit un nuovo tipo di lubrificante Shell, studiato in maniera specifica per la nuova PU. Tutto ciò è sicuramente votato a ridurre la sete del corrente motore, diminuendo gli attriti tra le parti in movimento, guadagnandoci sia in fatto di consumi che di prestazioni. Infatti, fin dalle prime gare il propulsore Ferrari si è rivelato particolarmente ghiotto di carburante: anche a Baku Vettel e Leclerc sono stati costretti a rallentare per risparmiare carburante, mentre le W10 avrebbero completato il GP d’Azerbaijan con oltre 7 kg di carburante nel serbatoio.

Ora non ci resta che lasciare la parola alla pista, lanciando solo un piccolo sassolino in merito alle gomme scelte per il weekend di gara dai tre top team: Ferrari, RedBull e Mercedes hanno ordinato un numero diverso di set di mescole disponibili, che suggerisce un diverso approccio strategico. Ci si gioca il tutto per tutto.

Fonti:

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Pietro Passeri

Studente di Chimica Industriale a Bologna, da sempre appassionato di Motori. Due o quattro ruote non fanno differenza, se si muove con energia propria e fa rumore ha la mia attenzione. Sempre disposto a mettere in discussione la propria opinione e affamato di sapere. Conduttore del programma Red Flag su Radio1909

Lascia un commento