SBK, Bautista – Rea 11 a 0

Alvaro Bautista vince tutto anche ad Assen nonostante limitazioni al motore e condizioni climatiche avverse. Niente sconti per il campione del mondo Rea che riduce i secondi di distacco ma non i punti di differenza in classifica.

Nella giornata di sabato condizioni meteorologiche proibitive hanno costretto la direzione gara a spostare Gara 1 alla domenica alle 11, con conseguente cancellazione della Superpole Race.

In Gara 1 Álvaro Bautista partito dalla Pole ha comandato la gara per intero, senza dimostrare l’imbarazzante superiorità mostrata nei primi round ma rimanendo sempre 1 o 2 secondi davanti agli inseguitori. Dietro di lui hanno tagliato il traguardo il solito Jonathan Rea e il pilota di casa Micheal Van Der Mark. Seguono poi con distacchi importanti Lowes, Haslam e Reiterberger. Non pervenute le altre Ducati in pista con Davies 7°, Laverty 14° e Rinaldi ritirato.

Gara 2 ha visto a sorpresa in testa nei primi giri la Kawasaki di Rea che ha rimontato in poche curve dall’ottava posizione di partenza. Quando però il leader del mondiale Bautista è riuscito a passare il campione del mondo e ad avere pista libera ha potuto imprimere un ritmo impressionante con anche il record della pista in 1’34.949. Prima quindi la Panigale numero 19, poi bella lotta per il secondo posto vinta da Van der Mark su Rea. Fuori dal podio Lowes (4°) e Davies (5°). Gli italiani Melandri, Rinaldi e Del Bianco hanno terminato rispettivamente in 14°, 15° e 17° posizione.

Undecesima vittoria consecutiva per Alvaro Bautista che agguanta il record di Jonathan Rea dello scorso anno, con tanta voglia di superarlo nella gara di casa Ducati a Imola in programma l’11 e 12 Maggio.

  • 67
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Daniele Lanza

Nato a Bologna nel 1996. Studente di Produzioni Animali alla facoltà di Agraria di Bologna. Appassionato di motori (MotoGP e SBK) e ducatista fin dalla nascita. Conduttore del programma Red Flag su Radio1909.

Lascia un commento