Primo acuto per Dijks, Sansone e Soriano sono gli uomini in più che servivano: le pagelle di Bologna-Chievo

Tre punti d’oro e una prestazione che, al netto dell’avversario, un Chievo che ormai ha poco da chiedere al campionato ma molto più aggressivo e propositivo di quanto ci si potesse aspettare, cancella con un segno netto la serataccia vissuta appena pochi giorni fa a Bergamo. Questo, in sintesi, il racconto di una partita che poteva rivelarsi molto pericolosa e che invece il Bologna ha interpretato nel migliore dei modi, dimenticando in fretta i quattro gol subiti in appena 20′ in terra Orobica e trovando tre punti di importanza incalcolabile che portano la truppa di Mihajlovic momentaneamente fuori dalla zona retrocessione. Bologna che, per contro, pecca di lucidità sottoporta, divorandosi un gol con Orsolini che spara incredibilmente a lato e se ne vede annullato uno per fuorigioco di un ginocchio. Innegabile però la maggior propositività dei felsinei, che trovano il vantaggio al 65′ con Pulgar su rigore e raddoppiano appena tre minuti dopo sempre su rigore con lo stesso cileno (5 rigori segnati nelle ultime 5 partite per lui). A sigillare il successo il primo gol nel massimo campionato per Mitchell Dijks, che trafigge Sorrentino dopo una gran percussione all’89’. Si chiude così una serata che rischia di essere fondamentale in chiave salvezza, con una squadra che mostra personalità, ritrova giocatori essenziali (Sansone, Soriano e lo stesso Pulgar dal dischetto) e che risponde alla pesante sconfitta patita giovedì in quel di Bergamo

Lukasz Skorupski 6,5: Salva tutto sul tiro a botta sicura di Bani a metà del primo tempo, quando la partita rischiava di compromettersi. Ma, in generale, per lui è stata una serata abbastanza tranquilla

Ibrahima Mbaye 6: Migliora di partita in partita, si propone sempre ma di tanto in tanto si mostra impreciso sulla fascia destra

Danilo 6,5: E’ l’uomo più esperto della difesa, e si vede: efficace e pragmatico, chiude sempre i tentativi dell’attacco clivense

Lyanco Evangelista 7: Come il connazionale compagno di reparto, ordinato, efficace e pulito negli interventi, il tutto condito dalla giovane età

Mitchell Dijks 7: Sempre presente in difesa, ma altrettanto efficace in ripartenza, con numerose sgaloppate sull’out di sinistra, l’ultima delle quali sigilla definitivamente la partita

Blerim Dzemaili 6,5: Filtro davanti alla difesa ma anche abile architetto nell’impostazione offensiva. Oggi ha messo tuta la sua esperienza al servizio della squadra, facendo da cerniera fondamentale tra i due reparti

Erick Pulgar 7,5: Sempre più sorprendente, in tutti i sensi: una doppietta su rigore ma soprattutto tanta personalità quando, al 65′, si appresta a battere il primo rigore che, in una partita apparentemente bloccata e importantissima, pesava come un macigno. Più sereno, ma altrettanto efficace, quando si ripete appena tre minuti dopo, con dedica al fratellino Cristobal per i suoi 8 anni. Glaciale

Riccardo Orsolini 6,5: Anche per lui vale il discorso fatto con gli altri giovani della rosa: cresce visibilmente di partita in partita, ma a volte manca di lucidità sotto porta, vedi la principale palla gol del Bologna nel primo tempo. Stasera, purtroppo, anche sfortunato, per quel gol annullato su fuorigioco millimetrico del ginocchio

Roberto Soriano 7: Non segna, ma sembra quasi un caso. Dai suoi piedi nasce l’imbucata per il gol( poi annullato) di Orsolini, si procura il rigore del vantaggio e si mostra uomo squadra con tanta esperienza. Serviva come il pane

Nicola Sansone 7: Vale il discorso fatto per Soriano. Si procura il secondo rigore, regala l’assist vincente per il 3-0 di Dijks.Imprescindibile

Rodrigo Palacio 6: Oggi un po’ meno lucido del solito, ma sempre fondamentale anche nei ripiegamenti e soprattutto uomo squadra, trascinatore della compagine rossoblù

  • 95
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento