Baraldi: “I giocatori devono dimostrare attaccamento. Nuovo palazzo? Ci vuole un grande dibattito”

Nel giorno della gara che vale una stagione per la Virtus, ha parlato su Stadio l’amministratore Segafredo Luca Baraldi

“Nanterre è un avversario scomodo, ma è nelle corde della Virtus poter ribaltare il risultato. Abbiamo il nostro pubblico e dobbiamo riscattare la prestazione indecorosa di Sassari. Se i giocatori hanno a cuore i colori della Virtus, possono dimostrarlo. Nonostante i correttivi che abbiamo apportato, col cambio di allenatore e l’arrivo di gente d’esperienza, e che daranno i loro frutti, le carenze tecniche stanno emergendo, la squadra è stata costruita bene ma non benissimo. Il talento deve essere messo al servizio di tutti. Prima di ogni cosa ci vuole la voglia di lottare, alcuni a Sassari non l’avevano. Questo è determinante anche per capire chi può restare o no alla Virtus, tanti devono dimostrare di meritare il rinnovo del contratto, chi gioca qui deve avere voglia di difendere i colori sociali.”

“Complimenti alla Fortitudo, il suo ritorno in serie A è un grande valore per tutto il basket e per Bologna. Sono i nostri “nemici” sportivi, sarà bello vivere la giusta rivalità e giocare due derby, se non di più, magari ritrovarsi ai playoff. Purtroppo ci si renderà conto che Bologna è Basketcity ma non ha strutture adeguate.
Il paradosso è che se volessimo investire già oggi per partecipare alla più importante coppa europea, il PalaDozza, fantastico per altri versi, non ne rispetterebbe i parametri. E l’Unipol è ormai più un contenitore di spettacoli. 

Un nuovo palazzo? Ci vuole un grande dibattito che parta dalle istituzioni e coinvolga gli imprenditori. Noi facciamo la nostra parte già sostenendo l’attività sportiva, investendo senza avere introiti tv. Così, l’incasso da botteghino è fondamentale. A ora non c’è una soluzione diversa dal Paladozza. Però già col derby saremo costretti a scontentare migliaia di persone, è una domanda che la città deve farsi.”

  • 24
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento