Virtus-Fortitudo: la settimana più bella dopo 10 anni

Deve essere così: quando dopo buona parte di stagione arrivi a giocarti molto del tuo destino, ecco allora che sei pronto per vivere quella che è la settimana più bella dell’anno, senza se e senza ma.

Inizia per la Fortitudo la settimana più bella dell’anno, quella che porterà al soldout del Paladozza. Domenica, ora di pranzo, quando Martino&Co con una vittoria festeggeranno, dopo 10 lunghi anni, la promozione nella massima serie. Tutto perfetto, con la vittoria su Cento e la contemporanea sconfitta di Montegranaro ad anticipare ancor di più ciò che sarebbe arrivato (inevitabilmente) qualche settimana più avanti. Controllo totale al Palasavena della F, che concede qualcosa solo nel secondo quarto: la truppa degli “-elli” (Mancinelli, Rosselli e Fantinelli) fa sul serio fino all’ultimo dimostrando, come se ancora ce ne fosse stato bisogno, che l’esperienza conta. “Lo dicono tutti i ragazzi” ma questa volta può iniziare a dirlo anche Martino, che chiederà un ultimo e decisivo sforzo prima di mandare tutti in vacanza.

Nel weekend dove la Matteiplast riposa, per lasciare spazio alla Coppa Italia femminile, vince ancora la Virtus, giocando peggio rispetto a quello che si era visto dall’arrivo di Djordjevic. Rimane però cinica e spietata, facendo canestro quando conta, difendendo quando Pesaro cercava di gettare il cuore oltre l’ostacolo. Inizia anche qui una settimana che potrebbe essere la più bella, con un altro “mattoncino” verso una coppa europea dopo 10 anni dall’ultima volta. Domani Nanterre, domenica Sassari, poi di nuovo Nanterre: Francia e Sardegna per lanciare definitivamente la V, senza i muscoli di Martin è vero, ma con un Aradori sempre più leader statistico e non solo.

E’ tutto apparecchiato, tutto pronto, dopo 10 anni, per permetterci di poter ricordare questa settimana come un’istantanea da incorniciare. Per far tornare Bologna, bianconera e biancoblù, veramente in alto. Per volare verso nuovi (vecchi) orizzonti. E’ il basket che lo chiede.

  • 8
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento