Uno strano weekend

Weekend intenso, particolare, strano per certi versi. Un weekend segnato, in buona parte, dalla scomparsa di Alberto Bucci, un uomo che ha dato tanto al basket italiano, ha dato tanto alla Virtus e alla Fortitudo; ha dato tutto, anche quando la malattia glielo avrebbe impedito da lì a poco. Un weekend che però è andato avanti, con partite, schemi, canestri, vittorie e sconfitte così, come piaceva ad “Albertone”.

E’ stato il campo poi a parlare, con la tenacia di Fortitudo e Matteiplast. Vince sabato la Matteiplast, stravince il derby, senza mai togliere il piede dall’accelleratore. Non si ferma più,  sa solo vincere e, forse, tutto l’accaduto di qualche settimana fa ha fatto capire che non tutti i mali vengono per nuocere. Vince anche la Fortitudo, non senza brividi: la vince Mancinelli, che fino a qualche settimana fa sembrava relegato a fare il capitano “non giocatore” e che nel momento clou ha iniziato a togliere le castagne dal fuoco per una Fortitudo un po’ “cotta” fisicamente, che ha rischiato di non sfruttare lo stop di Montegranaro in terra trevigiana. Ora sono sei le partite che mancano da qui alla fine e sembra veramente vicino l’arrivo di questa corsa che la squadra biancoblù ha iniziato da 4 anni e che sembra volgere al termine. 

Una giornata difficilissima per la Virtus che dopo una settimana di scrivanie saltate e panchine in bilico, ha dovuto salutare il suo presidente tuffandosi in campo in una gara difficile, contro una Cantù in fiducia con cinque vittorie consecutive alle spalle. Non è bastato Punter ma è bastata la faccia di qualche giocatore e gli errori di un allenatore a tutti gli effetti delegittimato. Ora viene il bello, perché arriva la partita più importante della stagione, al netto degli obiettivi societari: arriva il ritorno con Le Mans (domani sera), si ripartirà dal pareggio dell’andata e si ripartirà, molto probabilmente, dagli stessi uomini, in campo e in panchina, con un Chalmers in più che, arrivati a questo punto, ha carta bianca per fare ciò che vuole. 

  • 9
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento