Lotta dura per l’Europa, lotta dura per la salvezza

Messa da parte la prima posizione della Juve e quasi messa da parte anche la seconda del Napoli (se contro il Sassuolo avesse vinto ora sarebbe in ghiaccio pure quella), lassù rimangono interessanti le sfide per gli ultimi posti europei disponibili. Con la vittoria del Bologna e le sconfitte delle altre, scorrendo verso il basso la classifica, si riaccende la lotta per rimanere nel massimo campionato. Ma andiamo con ordine, letteralmente.

A una settimana dal derby della Madonnina i nerazzurri inseguono i rossoneri, avanti di un solo punto per una sfida che dopo anni torna ad essere una gara valevole per qualcosa; il terzo posto per la precisione. Entrambe ci arrivano dopo due vittorie colte non del tutto agevolmente ma nemmeno soffrendo in maniera esagerata. L’Inter la risolve nel secondo tempo con la Spal grazie ai colpi di Politano e Gagliardini, mentre per il Milan, sempre nella seconda frazione, ci pensa il pistolero polacco Piatek a sparare alla croce rossa Chievo e a regalare la quinta vittoria consecutiva a Gattuso.

A distanza di 6 punti un inedito terzetto, ma nemmeno troppo, oggi in lizza per il 5° posto: Roma, Atalanta, Torino. La prima con una partita in meno ha l’occasione di staccarsi e può contare sull’effetto Ranieri. Le altre vanno a vincere fuori casa non senza rischiare qualcosina. Cade l’imbattibilità di Sirigu a Frosinone ma il Gallo Belotti torna a sorridere riprendendo e superando la formazione ciociara. Vince da grande squadra anche l’Atalanta a Marassi contro una Samp sempre tostissima da affrontare tra le mura amiche. Entrambe non stupiscono così in alto, come non stupisce la Lazio, a due punti dopo l’1-1 ma che continua silenziosamente a rimanere nel lotto delle prime 7/8.

Bypassando le posizioni tra il 9° e il 14° posto dal momento che sembra questo il limbo tra una parte e l’altra del campionato dove si è troppo lontano dal provare un assalto alla zona Europa League e dal non avere il fiato sul collo delle ultime, arriviamo alla sfida salvezza riaperta dopo i risultati di oggi. Il Bologna con il Cagliari coglie l’occasione colta dall’Empoli un paio di giornate fa con il Sassuolo, dimostrando come le motivazioni possano creare i presupposti per fare la differenza (sebbene i sardi siano stati molto meno arrendevoli dei neroverdi). Si riavvicina proprio ai toscani, impegnati domani contro una Roma, come già detto, pronta a ripartire da Ranieri. Anche la Spal rimane invischiata là sotto sapendo di essere a soli due punti dai cugini rossoblu. A 4 dal baratro si trova ora, invece l’Udinese, dallo spirito fin troppo arrendevole venerdì sera contro la Juventus delle riserve e dell’attaccante del futuro. Tutto ancora aperto senza dare per spacciato il Frosinone, propositivo anche con i granata; fondamentali saranno, banalmente, gli scontri diretti.

  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Eugenio Fontana

Appassionato di storie sportive e tifoso rossoblu dal '95. La prima volta che sono andato allo stadio ho visto una partita di Coppa Intertoto: Bologna-National Bucaresti 2-0. Speaker radiofonico a radio1909

Lascia un commento