I conti della serva

Anche se non è ancora smaltita la delusione per la sconfitta di Udine, da molti inaspettata dopo le prestazioni delle ultime settimane, c’è da chiedersi seriamente e razionalmente: è davvero finita per il Bologna? Le speranze sono ridotte al lumicino? I rossoblu sono condannati inevitabilmente alla cadetteria?

Partiamo dall’ovvio presupposto che la squadra del patron Saputo (presente o non presente poco importa) si trova in una posizione di classifica parecchio svantaggiata rispetto alle più dirette concorrenti e spesso essere tra le ultime tre della classifica a 12 giornate dal termine con un distacco simile ha significato retrocessione; sorprese e ribaltoni però ci sono stati, chiedere al Crotone.

Altro elemento da analizzare è il calendario. Ma di chi? Oltre al proprio, quello di Empoli, Spal, Frosinone e anche Udinese almeno. Le altre hanno un vantaggio probabilmente rassicurante (Chievo escluso per chiari motivi).

La prossima giornata vede il Bologna di scena al Dall’Ara contro il Cagliari; prima occasionissima (ma ormai bisogna andarci coi piedi di piombo) per recuperare qualche punto su tutte viste le seguenti partite: Roma-Empoli, Inter-Spal, Juventus-Udinese e Frosinone-Torino. Più delicati invece gli incroci della settimana dopo con Empoli-Frosinone mentre Spal e Udinese avranno Roma e Napoli. I rossoblu giocheranno contro il Torino fuori casa. Questo è solo un primo sguardo ai prossimi incontri prima della pausa nazionali.

Cruciale il 31 marzo Frosinone-Spal che potrebbe, in caso di vittoria spallina, affondare definitivamente i ciociari. Altra grande possibilità per il Bologna in quel weekend data dalla partita casalinga con un Sassuolo forse già in vacanza visto che si gioca anche Juventus-Empoli e la settimana dopo i toscani dovranno vedersela con il Napoli.

Inutile sottolineare poi l’importanza capitale di Bologna-Chievo della domenica dopo mentre si sfideranno tra loro Udinese ed Empoli, sperando non sia già troppo tardi. Aggiungiamo al lotto delle partite fondamentali per giocarsi una fetta di salvezza anche Empoli-Spal alla 33° giornata prima del match forse davvero da dentro o fuori tra Bologna ed Empoli.

Per ora lascio perdere le ultime giornate, quando molti giochi potrebbero essere già chiusi ed entreranno in gioco motivazioni differenti e difficilmente prevedibili oggi.

Guardato il calendario: quante vittorie, dunque, servono al Bologna per salvarsi, quanti punti? La risposta più sensata ora è questa: due in più di Empoli e Spal, tre in più dell’Udinese e tante quante il Frosinone. Come e dove è complicato viste le 3 raccolte in tutto il campionato. A quelle aggiungere qualche “x” per un bottino non inferiore ai 12 punti, sapendop che potrebbe comunque non bastare.

Prendere però tutto con le pinze. D’altronde, sono poi i conti della serva.

(Immagine in evidenza: Bologna Fc 1909)

  • 59
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Eugenio Fontana

Appassionato di storie sportive e tifoso rossoblu dal '95. La prima volta che sono andato allo stadio ho visto una partita di Coppa Intertoto: Bologna-National Bucaresti 2-0. Speaker radiofonico a radio1909

Lascia un commento