Soriano il migliore, poca lucidità sottoporta: le pagelle di Roma-Bologna

Andiamo a scoprire i voti della formazione protagonista ieri sera nella sfida di ieri sera dell’Olimpico, persa dai rossoblù per 2-1. Bologna che, nonostante il risultato, ha per larghi tratti messo alle corde la Roma, reagendo anche in occasione del doppio svantaggio. Difficile, quindi, trovare un peggiore della giornata odierna. All’orizzonte, domenica prossima al Dall’Ara, l’attesissima e proibitiva sfida con la corazzata del nostro campionato: la Juventus

Lukasz Skorupski 6: Può poco sui gol giallorossi, per il resto, nelle poche occasioni capitate alla Roma, risponde presente

Ibrahima Mbaye 5,5: Buona guardia sull’attacco capitolino nel primo tempo, soffre molto nella ripresa

Danilo 6: Sempre attento, va un po’ in sofferenza quando, all’inizio della ripresa, la Roma alza il ritmo

Filip Helander 6: Inizia bene, facendo buona guardia. Mezzo voto in meno per il pasticcio che, assieme a Danilo, regala il rigore del vantaggio giallorosso, con la partita fino ad allora molto equilibrata

Mitchel Dijks 6: Bene in difesa, cala con il secondo tempo

Andrea Poli 6,5: Anima e corpo della squadra, ma risente la stanchezza nella ripresa, venendo sostituito non prima di chiamare Olsen alla paratona su un gran tiro al volo. Sempre presente e sempre a disposizione della squadra

Erick Pulgar 6: Abbastanza bene in impostazione, quando le cose girano il Bologna mette alle corde la Roma (Dal 75′ Diego Falcinelli 5,5: Una bella occasione, sparata però addosso a Olsen)

Roberto Soriano 7: Ha addosso l’argento vivo. Corre per due e ha addirittura due occasionissime per portare in vantaggio i rossoblù: la prima chiama Olsen alla paratissima, la seconda viene fermata solo dalla traversa, che sta ancora tremando

Nicola sansone 7: Come il compagno di reparto, ottima partita, per lui in crescendo. Sempre frizzante, si toglie la soddisfazione di segnare l’1-2 che, almeno per qualche minuto, riapre virtualmente la partita

Federico Santander 5,5: Consueta partita di lotta selvaggia, come nella miglior tradizione sudamericana, ma si trova di fronte un gigante di nome Manolas, che lo frena. Nel secondo tempo non combina però nulla

Simone Edera 6,5: il neoacquisto prelevato dal Torino non delude alla seconda da titolare coi rossoblù. Il ragazzo classe 97′ parte fortissimo, con un paio di incursioni che seminano il panico nella retroguardia giallorossa, ma, nel resto della partita, pecca a volte di lucidità nell’ultimo passaggio

  • 10
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento