MotoGP, record e dominio Ducati ai test di Sepang

Al termine dei primi 3 giorni di test ufficiali del 2019 abbiamo visto un vero e proprio dominio Ducati sugli avversari

Danilo Petrucci ha completato 32 giri siglando il miglior tempo in uno stratosferico 1:58.239, che gli è valso la prima posizione. Andrea Dovizioso ha terminato al quarto posto segnando il miglior crono personale in 1:58.538, a 0.299 millesimi dal compagno di squadra, con 36 giri all’attivo. Durante la giornata i piloti Ducati ufficiali hanno anche provato una carena con un nuovo profilo aerodinamico, con riscontri positivi.

Risultato strepitoso anche per il team Alma Pramac Racing. Francesco Bagnaia e Jack Miller, infatti chiudono rispettivamente al secondo e al terzo posto completando il dominio della Casa di Borgo Panigale. Significativo il fatto che tutti e 4 i piloti Ducati abbiano migliorato il record della pista ufficioso (1’58.830) fatto registrare da Jorge Lorenzo nei test 2018, sempre con una Desmosedici.

Dietro il compatto gruppo “rosso” troviamo la Yamaha di un ottimista Maverick Vinales, sempre tra i primi in questi giorni, e la Honda del ristabilito Cal Crutchlow. In 7° posizione bene l’Aprilia di Aleix Espargaro, che ha fatto fermare il cronometro del suo miglior giro in 1:59.002. Chiudono la top ten Franco Morbidelli, al termine dei suoi primi test della nuova avventura in Petronas Yamaha SRT, Takaaki Nakagami e Valentino Rossi.

Undicesimo Marc Marquez, non ancora al 100% per via dell’operazione subita alla spalla. Le Suzuki dei giovani Rins e Mir hanno concluso rispettivamente in 12° e 15° posizione, in cerca del miglior assetto per portare avanti lo sviluppo.

Ancora lontane dai tempi che contano le KTM, sia del team Factory che del nuovo team privato Tech3, le quali occupano dalla diciassettesima alla ventunesima posizione.

I tempi ufficiali del terzo giorno dei Test di Sepang

Danilo Petrucci: “Oggi siamo partiti decisamente bene: avevo in programma di fare due ‘time attack’ ma un tentativo effettuato con la gomma media al posteriore è stato sufficiente, e quando ho visto il mio tempo sullo schermo sono rimasto davvero molto contento. Successivamente siamo tornati a concentrarci nel provare alcune altre soluzioni, ma purtroppo intorno a metà giornata sono scivolato mentre stavo provando la nuova carena. Visto poi l’intensificarsi dei miei problemi con le vesciche alle mani, abbiamo deciso di fermarci in anticipo per risparmiare le energie e farci trovare al meglio ai prossimi test in Qatar. Il bilancio di questi tre giorni è comunque molto positivo”. 

La MotoGP tornerà in pista a Losail (Qatar) per il secondo ed ultimo test ufficiale pre-campionato dal 23 al 25 febbraio.

Fonti: Mediahouse Ducati e motogp.com

  • 80
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Daniele Lanza

Nato a Bologna nel 1996. Studente di Produzioni Animali alla facoltà di Agraria di Bologna. Appassionato di motori (MotoGP e SBK) e ducatista fin dalla nascita. Conduttore del programma Red Flag su Radio1909.

Lascia un commento