Santander la porta avanti, Skorupski la impacchetta.

Un Bologna corsaro, porta a casa una vittoria difficile da pronosticare all’inizio, sul campo dell’Inter. Al Meazza il Bologna inizialmente si impone andando avanti con Santander, per poi soffrire nell’ultima mezz’ora, portando comunque a casa il risultato.

Skorupski: reattivo all’inizio sul retropassaggio sbagliato di Poli, si fa trovare pronto. Ottime le prese alte. I tifosi interisti si stanno ancora chiedendo come abbia preso la girata a botta sicura di Ranocchia. 7

MBaye: tirato fuori dalla naftalina dopo diversi mesi, si fa trovare abbastanza pronto. Dalla sua parte Perisic lo attacca spesso e volentieri, anche saltandolo, ma riesce a limitarlo bene. Certo Orsolini sulla stessa fascia non è proprio il compagno migliore per difendere. 6

Lyanco: l’oggetto del mistero del mercato targato Sinisa fa il suo esordio dal primo minuto, per poi lasciare il campo a Gonzalez poco dopo l’intervallo. Nel frattempo dalle sue parti, pochissimi interventi difensivi, che gli lasciano modo di arrivare ad impostare qualche azione con discreti risultati. 6.5 (Dal 49′ Gonzalez: anche lui rispolverato dalla soffitta, viene mandato in campo dopo l’intervallo e si fa trovare pronto. Un paio di interventi importanti al limite. Prova di carattere. 6)

Danilo: come al solito rimedia un giallo per un fallo su Lautaro. Interventi non sempre ortodossi, ma efficaci. Una sua deviazione è fondamentale per evitare una ribattuta sicura di Naingollan. 6

Dijks: fin quando ne ha, spinge costantemente sulla fascia di competenza. Sfrutta i centimetri nei contrasti aerei, ma alla lunga cala fisicamente, perdendo lucidà. Prestazione da rimarcare per l’impegno. 6.5

Poli: pronti via provoca un infarto a tutta Bologna, graziato dalla serata no di Icardi. Si riprende però alla grande, dettando i tempi e fornendo la solita prova di quantità a centrocampo. 6.5

Pulgar: anche per lui ingenuità che lo porta a far correre dei rischi dietro, ma Icardi ancora una volta grazia il Bologna. Suo l’assit per il gol che gli vale mezzo punto in più. Perde però ancora troppi palloni in modo ingenuo. 6.

Soriano: tantissima qualità a servizio del Bologna. In fase offensiva si alza, trasformando il Bologna in un 4-2-3-1 con la licenza di attaccare. Passaggi che ampliano il gioco, ma non disdegna neanche la mazza quando serve, soprattutto nei minuti finali. Con lui il Bologna ha un pilota di tutto rispetto. 6.5

Orsolini: probabilmente il peggiore del Bologna se proprio dobbiamo trovarne uno. Inizio davvero scoppiettante, dove spesso salta il diretto avversario. Dura poco però perché spesso si intestardisce finendo per perdere diversi palloni.Ottima la volee neutralizzata da Handanovic nei primi minuti. 6

Palacio: il Meazza gli tributa un applauso, a testimonianza di come sia rimasto nel cuore di ogni squadra dove ha giocato. Forse questa volta inizia a sentire prima il peso delle partite accumulate e la fatica si palesa prima. Ciò non toglie che aiuta la squadra a salire, confermandosi un uomo chiave in questa squadra. 6.5 (Dal 74′ Krejci: sostituisce uno stravolto Palacio, fornendo il proprio aiuto in fase più di copertura, in un momento in cui l’Inter premeva parecchio. 6)

Santander: Oltre al gol, che non è scontato, ha il merito di sbattersi per la squadra. Lotta tanto con i due corazzieri interisti, avendo anche la prontezza di far salire la squadra nei momenti di pressione. Ancora una volta si dimostra bomber non a caso del Bologna. 7.5 ( Dal 85′ Destro: si rivede per dare una mano. Importante per lui sentirsi ancora parte del progetto, per cercare di recuperarlo, soprattutto a livello di testa. s.v)

Miihajlovic: squadra assolutamente rivoluzionata, soprattutto a livello di personalità. Se vai a Milano e fai la partita per tutti il primo tempo, nonostante tu abbia vinto solo due partite in campionato, vuol dire che ci credi. Cambi azzeccati ,senza snaturare troppo le idee della squadra. 7

  • 84
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lorenzo Bignami

Tifoso di Virtus e Bologna, seguo i rossoblù da quando ne ho memoria, sempre abbonato in Bulgarelli. Sono inoltre addetto stampa della Salus Pallacanestro Bologna e collaboro con Concretamente sassuolo da diversi anni

Lascia un commento