Non è giornata per la Fortitudo: al PalaCarnera finisce 72-68

G.S.A. UDINE – LAVOROPIU’ BOLOGNA 72-68

(23-17, 12-21, 22-14, 15-16)

Turno infrasettimanale per la Fortitudo che fa visita a Udine in una sfida molto importante per il proseguo della cavalcata trionfale in vetta alla classifica. Ottima presenza da parte dei tifosi biancoblu arrivati nonostante la neve ed il giorno non proprio solito per una trasferta, comunque, abbastanza lunga.

Prepartita:


In casa sono molto affidabili: domani ci creeranno tanti problemi, palasport soldout, cercheranno di metterci in difficoltà.

Così coach Martino ha presentato la partita odierna, una partita che sarà tutto fuorchè semplice. La Fortitudo arriva al PalaCarnera sulle ali dell’entusiasmo dopo la vittoria di Domenica contro Treviso. Sarà a roster completo anche con capitan Mancinelli pronto a dare il suon buon contributo come già fatto nella partita scorsa.


La Fortitudo è una formazione che già ora potrebbe fare i play-off di serie A.

Dall’altra parte ci sarà una Udine rimaneggiata dal cambio di allenatore avvenuto la settimana scorsa, fuori Demis Cavina dentro Alberto Martellossi. La prima partita del secondo corso del “Martello” sulla panchina per lui casalinga, non è stata di buon auspicio, anche se molto dura (perso a Montegranaro 76-68). La formazione friulana sarà orfana di Marshawn Powell, out dopo l’operazione al menisco del ginocchio sinistro alla quale si è sottoposto il 17 gennaio scorso. 

Cronaca:

Quintetto Udine: Simpson, Cortese, Pellegrino, Nikolic, Spanghero.
Quintetto Fortitudo: FantinelliHasbrouckRosselliLeunenPini.

Udine parte con un 5-0 firmato SimpsonSpanghero. Risponde Fantinelli per la Fortitudo che nell’azione successiva subisce la tripla di Simpson: 10-3 dopo 2′ giocati e time-out obbligatorio per Martino. Simpson è on-fire, 12-5.
Esce Pini e fa il suo debutto capitan Mancinelli al quarto minuto di gioco. Matteo Fantinelli fa canestro, subisce fallo e realizza il gioco da tre punti: 14-11 a metà del primo quarto. Ancora Simpson ed Udine torna a +7. Fortitudo che in questo inizio paga gli errori dalla lunga distanza, mentre dall’altra parte Udine non perdona. Si iscrive anche Spanghero alla giostra dei tiri da tre punti, a 1′ dal primo mini-intervallo il punteggio dice 23-13. Due su due dalla lunetta prima di Mancinelli poi dell’amico Rosselli e primo quarto che finisce 23-17 per i padroni di casa.

Il secondo quarto lo apre chi aveva chiuso il periodo precedente, cioè Rosselli e Mancinelli ed è -2 sul 23-21. Dopo 2′ di gioco senza segnare Martellossi chiama time-out. Contropiede magistrale con Rosselli che ruba palla, la porta e serve il taglio di Leunen che segna col fallo e trasforma il libero, primo vantaggio biancoblu 23-24. Benevelli segna da 2, ma poi Pellegrino interrompe il parziale aperto di 13-0 da parte dei bolognesi. Si resta senza canestri per 2′, poi Simpson da una parte e Leunen centralmente da tre interrompono il digiuno, seguiti da Lorenzo Penna (ex-Virtus) anche lui con un tiro da tre segnato, 2’32” all’intervallo lungo ed è 30-33. Dopo un periodo di nulla cosmico dai 6,75 anche Salvatore Genovese infila la retina per la parità. Simpson con un 2/2 ai liberi, risponde Fantinelli con un tap-in. Ultimo tiro per la effe, Maarten Leunen segna da tre e si va negli spogliatoi sul +3: 35-38.

Hasbrouck apre il terzo periodo con un canestro da due, dall’altra parte
Cortese segna i suoi primi due punti. Fortitudo che continua male da tre (3/17). Pini fatica a contenere Pellegrino che segna il 43-44. Parziale di 5-0 aperto per i padroni di casa e nervosismo in panchina Fortitudo con Antimo Martino che prende fallo tecnico dopo ripetuti avvisi da parte della terna. 49-46 a 3′ dall’ultimo mini-intervallo, ma la palla da tre per gli ospiti non va dentro. Hasbrouck in sottomano riporta a -1 i biancoblu. Pellegrino “mangia in testa” a Leunen e si conferma arma aggiunta di questo terzo periodo, anche se commette il quarto fallo personale. Spanghero segna il +5, in contropiede Fantinelli aggiusta l’errore di Cinciarini, ma l’ultimo tiro è per i padroni di casa che segnano con un facile appoggio da solo di Mortellaro. Punteggio non troppo alto alla fine del terzo quarto: 57-52.

Non parte bene la Fortitudo nell’ultimo periodo, subisce subito il +7 ed il +9 da Nikolic. Ci pensa Cinciarini ad accorciare le distanze. Rosselli prima serve male Fantinelli poi perde palla in penetrazione, non un secondo tempo da ricordare per lui. Si sveglia Maarten Leunen da tre e Martino chiama la zona in difesa sul -6 a 5’31” dalla fine. Pellegrino rientra e dopo appena 10″ commette fallo a rimbalzo su un geniale Leunen. Ancora lui, ancora Maarty Leunen da tre, -3 e palla in mano con 3’30” da giocare. Il canadese ci riprova da tre , ma questa volta è beffato dal ferro. Cinciarini appoggia al vetro il -1, ed è parziale aperto di 8-0. Zero su due pesante per Cortese, ma dall’altra parte Hasbrouck tira un cross che non vede neanche il ferro. Spanghero non fallisce i due liberi che portano i suoi sul +3 a 1’20” dalla fine. Time-out per Martino a 49″ dalla fine. Non è serata per Hasbrouck che sbaglia da tre. 1/2 di Rosselli dai liberi. Leunen in un secondo segna da tre ed è -2. Spanghero risponde dalla lunetta e Fantinelli conclude la partita con un canestro che vale il -2. Con i 2 liberi finali di Spanghero finisce 72-68.

Niente drammi in casa Fortitudo, si materializza la seconda sconfitta stagionale, ma biancoblu che restano comunque primi a +4 su Montegranaro che ha vinto a Ferrara dopo un supplementare. La prossima partita sarà in casa al PalaDozza contro l’Aurora Basket Jesi, Lunedì 4 Febbraio alle 20.30.

MVP BOLaround:

Maarten Leunen: 6,5 (24 pti, 13 reb, 2 ass)

Tabellini:

G.S.A. Udine: 
Mortellaro 6, Pinton , Genovese 3, Cortese 5, Simpson 20, Chiti NE, Penna 3, Nikolic 8, Pellegrino 11, Spanghero 16.

Lavoropiù Fortitudo Bologna: Rosselli 7 , Hasbrouck 11, Fantinelli 11, Cinciarini 6, Leunen 24, Benevelli 2, Venuto , Mancinelli 4, Pini 3, Sgorbati NE.

(Foto Valentino Orsini / Fortitudo Bologna)

  • 35
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Andrea Fanti

Nato nel 2002, studio al Liceo Copernico di Bologna. Appassionato di calcio fin da piccolo seguo il Bologna da quando ho 5 anni, il basket è entrato nella mia vita un po' dopo, quando avevo 9 anni che ho iniziato a praticarlo. Oggi sono abbonato sia a Bologna che a Fortitudo. A Novembre mi è arrivata la proposta di entrare a far parte della redazione di BOLaround ed ho accettato subito, da quel giorno mi occupo di Fortitudo e qualche volta di Virtus scrivendo e presenziando ai post partita casalinghi.

Lascia un commento