Le pagelle di Bologna-Lazio: Okwonkwo non paga la fiducia, Poli l’unico a salvarsi

Queste le nostre pagelle della partita di questo pomeriggio che ha visto affrontarsi il Bologna e la Lazio, o meglio, la sfida “casalinga” dei fratelli Inzaghi: Filippo nelle vesti di mister rossoblù, Simone in quelle di allenatore della squadra Capitolina. Tornando al campo, sconfitta che inguaia nuovamente i felsinei, dopo la parziale ripresa con i due pareggi consecutivi con Milan e Parma, mentre i tre punti proiettano la squadra biancoceleste come nuovamente candidata a un posto Champions. Bologna che, nella prossima nonché ultima giornata del girone d’andata, farà visita a un avversario tutt’altro che semplice: il Napoli di Ancelotti

Lukasz Skorupski 6: Tiene a galla il Bologna con due parate difficili su Immobile. Non può praticamente nulla sui gol della Lazio

Arturo Calabresi 5: Sulla sua fascia nascono tutte le iniziative biancocelesti, e macchia la prova facendosi ammonire

Danilo 5,5: Decisivo nel primo tempo con due respinte nell’area felsinea, ma può far poco per salvare la squadra

Filip Helander 5,5: Se la cava più o meno bene per tutto il match, ma si fa sfuggire Luis Felipe nell’azione del raddoppio

Federico Mattiello 5: Si rende insidioso nei primi minuti con un tiro che finisce a lato della porta di Strakosha, per poi sparire dal campo e cedere il posto a Orsolini

Andrea Poli 6: Come spesso accade, uno dei pochi a non mollare e a provare di costruire gioco. Purtroppo però a volte pecca di lucidità nei passaggi

Adam Nagy 6: Si fa notare per la volontà in mezzo al campo, provando a creare gioco per i compagni, ma deve soccombere alla maggiore qualità dei difensori biancocelesti

Matthias Svamberg 5,5: Un fantastico dribling ce porta alla conclusione Poli, per il resto poco altro

Ladislav Kreijci 5,5: Quando rientra in difesa se la cava senza affanni riuscendo a contrastare. Il problema sorge quando prova ad attaccare, senza riuscire a costruire nulla di pericoloso

Orji Okwonkwo 4,5: Sbaglia tutto, senza riuscire a ripagare la fiducia riposta in lui dall’allenatore Inzaghi. Oggi da mani nei capelli, per la disperazione del pubblico di fede rossoblù( dal 65′ Rodrigo Palacio 6: Nonostante sia tra i più anziani della squadra, prova sempre a proporre gioco,senza però trovare riscontri)

Federico Santander 5: Sempre propositivo, si batte ma riceve pochi palloni, ed i pochi che riceve non riesce a gestirli, venendo quasi annullato dalla difesa biancoceleste

  • 8
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento