Un Bologna double-face, torna a casa da Parma con un punto

Bologna che nel diciasettismo turno di Serie A, fa visita al Parma al Tardini.

La formazione parmense può vantare una situazione di classifica decisamente invidiabile, mentre il Bologna è costretto nelle ultime zone, quelle delle squadre destinate alla B, con gli occhi però, sulla zona salvezza.

A partire forte è subito il Parma, che dopo neanche 1′ di gioco chiude un bel dialogo tra Siligardi e Gervinho, con l’italiano che trova l’opposizione del palo, a Skorupski battuto. Il Parma ci crede e continua ad attaccare, relegando il Bologna nei suoi trenta metri. I rossoblù si affidano a sterili ripartenze, senza mai riuscire a costruire azioni degne di nota. Ritmi un filo compassati. I crociati si affidano spesso a palle alte per le torre Inglese, ma la retroguardia rossoblù respinge prontamente, con Skorupski veramente poco impegnato. L’itervallo chiude un tempo a reti bianche decisamente avaro dal punto di vista delle emozioni

Al rientro dalla spoglitoi, il Bologna appare più pimpante e i ruoli si invertono. Molto propositivo complice anche l’inserimento di Orsolini per Dzemaili e Destro per uno spento Sanatander. Mattiello mette in difficoltà ogni volta che affonda e Calabresi recupera a e riparte. Le uniche folate offensive dei padroni di casa si riducono a qualche debole conclusione da fuori di Di Gaudio e un colpo di testa di Inglese, senza che Skorupski debba sporcarsi i guantoni

Il risultato permane fino alla fine, così che entrambe le squadre tornano a casa con un punto che non accontenta nessuna delle due, dato che non smuove la classifica.

  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lorenzo Bignami

Tifoso di Virtus e Bologna, seguo i rossoblù da quando ne ho memoria, sempre abbonato in Bulgarelli. Sono inoltre addetto stampa della Salus Pallacanestro Bologna e collaboro con Concretamente sassuolo da diversi anni

Lascia un commento