Bologna: Empoli non ultima spiaggia, ma trampolino per ripartire

È innegabile che la partita contro l’Empoli sia importantissima per il Bologna e soprattutto per Bologna.

Certo, tutto non dipende da questa partita, ma è altrettanto ovvio, che sia la partita più importante nel girone di andata.

L’Empoli viene da 3 risultati consecutivi in cui ha totalizzato 7 dei 9 a disposizione. Con l’Atalanta ha sfornato una prestazione da grande squadra, soprattutto per il carattere messo in campo. In campionato è senza dubbio tra le squadre più in forma guidata da Caputo che ha realizzato ben 7 gol in 17 partite e rappresenta probabilmente il pericolo maggiore dei toscani.

La formazione che scenderà in campo contro il Bologna è un 3-5-2 speculare al modulo di Inzaghi. In porta Provedel coperto da Silvestre, Vaseli e Maietti ( alla prima da ex contro il Bologna). In mediana ci saranno Di Lorenzo e Pasqual sugli esterni e Traoré, Kurtic e Bennacer. Gli avanti La Gumina e Caputo

Per il Bologna modulo identico con Skorupski in porta, Danilo, Helander e De Maio in difesa. A centrocampo Pulgar la spunta su Nagi come vertice basso, in posizione di mezz’ala Poli e Orasolini, con Mattiello e Dijks sugli esterni. Davanti l’imprescindibile Santander in coppia con Palacio

La situazione in classifica vede il Bologna a 11 punto con 11 gol segnati e 22 subiti, mentre l’Empoli ne ha realizzati 17 e subiti però 25. Kurric al momento, insieme a Caputo, è il giocatore più in forma dei toscani, dato che viene da una doppietta nell’ultima giornata e ha in dote anche 4 assit in campionato che ne hanno anche fatto lievitare il valore.

Sono attesi moltissimi tifosi ospiti, con diversi pulmann in direzione Empo

  • 13
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lorenzo Bignami

Tifoso di Virtus e Bologna, seguo i rossoblù da quando ne ho memoria, sempre abbonato in Bulgarelli. Sono inoltre addetto stampa della Salus Pallacanestro Bologna e collaboro con Concretamente sassuolo da diversi anni

Lascia un commento