L’Italia è Campione del Mondo di bowling: nella squadra anche un bolognese d’adozione

Inaspettata e storica, questi i due aggettivi con cui si potrebbe descrivere la giornata di ieri. L’Italia è Campione del Mondo di bowling: la Nazionale Azzurra, dopo aver avuto la meglio sul Canada in semifinale, ha dominato gli Stati Uniti in finale, battuti con un secco 2-0 (si giocava al meglio delle tre partite). Un cammino lungo e combattuto quello dell’Italia che, ad Hong Kong, non partiva di certo con i favori del pronostico. Uno sport, il bowling, “pane quotidiano” in altri paesi del mondo e in Italia, forse, un po’ troppo lontano dai riflettori. E invece, proprio contro i “giganti” americani, è arrivata la medaglia d’oro: a suon di strike gli azzurri hanno condotto la gara, contro avversari sicuramente più titolati ed esperti (tra gli americani militano tre tra i giocatori più forti al mondo). Tra i “medagliati” anche un ragazzo di Potenza che vive e studia a Bologna, Antonino Fiorentino, punta di diamante del gruppo che ieri ha portato l’Italia sul tetto del mondo: “Viviamo e ci alleniamo per questi momenti, ed è incredibile, abbiamo affrontato due delle migliori squadre del mondo e le abbiamo battute dopo essere finiti al 22mo posto all’ultimo Mondiale di Las Vegas” le parole a caldo del bolognese d’adozione. Puntuali anche i complimenti del CONI, con Malagò che su Twitter si è detto soddisfatto e orgoglioso di quanto fatto dalla spedizione italiana ad Hong Kong.

Ecco la squadra azzurra che ha compiuto l’impresa: Pierpaolo De Filippi, Antonino Fiorentino, Marco Parapini, Nicola Pongolini, Marco Reviglio, il più grande con i suoi 53 anni, e Erik Davolio, il più giovane del gruppo, classe 1996.

  • 24
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Redazione BOLaround

Sito Web di notizie e media fondato il 24 Novembre 2017.

Lascia un commento