Si salvi chi può

Come un film già visto, almeno in parte, anche questo weekend. Una trama già vista, con “una” che fa 9/9, “una” che si presenta alla sosta per le Nazionali con 4 vittorie e 4 sconfitte in campionato e 7 vittorie su altrettante partite in Europa e “una” che, senza neanche tanto accorgersene, sarebbe in serie B se la stagione volgesse al termine. Inizia proprio il Bologna in un pomeriggio domenicale piovoso e buio, in campo e fuori: un punto d’oro contro la Fiorentina, il pensiero comune al fischio finale. Poi il gol di Silvestre al Castellani di Empoli, che regala tre punti ai toscani che superano i rossoblù, spedendoli al terzultimo posto. In campo il Bologna fa poco o nulla, come forse di consueto ormai: Inzaghi è preoccupato, Saputo in tribuna ancora di più. Si arrabbia tanto al 90esimo, quando Poli sbaglia una facile ripartenza, poi meeting societario e dopo un’oretta scarsa subito fuori dal Dall’Ara, consapevole anche lui che sabato, a Genova, Inzaghi potrebbe non essere più un problema. Si sa, in questi casi è l’allenatore a rimetterci, anche quando manca la materia prima.

C’è poi anche il basket per Saputo, al Paladozza, al fianco di Pavani. La Fortitudo vince ancora, senza continuità nei 40 minuti ma con altri due punti in tasca. Montano fa la partita dell’ex, tanto da prendersi anche qualche fischio, ci prova ma alla fine è il solito collettivo biancoblù a fare la differenza. E, cercando di capire le condizioni di Hasbrouck, la Fortitudo è pronta ad un’altra settimana serena, aspettando di avere davanti un’altra preda da sbranare, a Piacenza, domenica.

Battuta d’arresto a Pesaro per la Virtus, incapace di gestire il vantaggio e controllare il nervosismo: Taylor e Punter su tutti non si sono ancora adattati al metro arbitrale italico, a differenza di quanto fatto in Champions, dove in settimana sono arrivati altri due punti anche a Patrasso. Ora la sosta per ricaricare le batterie, per chi può: Aradori, M’Baye e Kravic saranno in Nazionale, Martin e la schiena di Qvale gli obiettivi primari alla Porelli. C’è chi sta benissimo, chi sta benino e chi sta molto male: si salvi chi può…

  • 6
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Redazione BOLaround

Sito Web di notizie e media fondato il 24 Novembre 2017.

Lascia un commento