Terzultimo posto

Fortunatamente per il Bologna, terzultimo posto significa retrocessione solo dopo l’ultima giornata. Oggi ne mancano ancora 25. Tutto vero, d’accordo, come è vero anche che al momento 3 squadre peggiori dei rossoblu non ci sono, almeno così dice la classifica.

Il pareggio contro la Fiorentina può anche considerarsi buono, perlomeno giusto. Entrambe le squadre non sono parse in grado di poterla vincere, non offrendo particolari spunti ed emozioni. Un pomeriggio noioso, oltre che piovoso, al Dall’Ara ma la 18° piazza del Bologna non è certamente frutto di ciò che è accaduto questa domenica. I punti persi sono da ricercare in altre partite, contro avversari più alla portata (sebbene la Viola vista ultimamente non pare ampiamente superiore agli uomini di Inzaghi). Gli errori decisivi contro il Frosinone, la non-prestazione contro il Cagliari, per non parlare dei tanti 2-2 subiti in rimonta, queste sono le partite dove sono stati lasciati dei punti per strada, troppi forse per una squadra che vuole salvarsi. Troppi per il momento.

Empoli e Udinese, le due che precedono di una lunghezza il Bologna, ne contano per forza meno. Occorreva fare una gara diversa contro il Chievo, occorreva fare più attenzione contro l’Atalanta che in un quarto d’ora ribalta il risultato a proprio favore, occorreva insomma chiudere diverse partite prima. Tra due settimane Bologna-Empoli si preannuncia già fondamentale per il campionato delle due formazioni; vincendo poco 3 punti possono davvero fare la differenza in termini di posizioni guadagnate in classifica.

Ampliando leggermente il discorso, quella odierna è una serie A livellata verso il basso. Si fa fatica a trovare 3 squadre inferiori alle altre, potenzialmente potrebbero essere coinvolte nella lotta salvezza anche in 7-8. Pure Chievo e Frosinone, attardate dopo le prime giornate rispetto a tutte le altre sembrano cominciare ad ingranare, o comunque non destinate a perderle tutte. Sarà dura per il Bologna, che a gennaio dovrà comunque sistemare più di qualche cosa, ma quel terzultimo posto oggi non condanna ancora. Chiariamoci, non tranquillizza nemmeno.

  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Eugenio Fontana

Appassionato di storie sportive e tifoso rossoblu dal '95. La prima volta che sono andato allo stadio ho visto una partita di Coppa Intertoto: Bologna-National Bucaresti 2-0. Speaker radiofonico a radio1909

Lascia un commento