Il Bologna crea poco, la Fiorentina non riesce a colpire: al Dall’Ara è 0-0

E’ terminata a reti bianche la sfida della tredicesima giornata di serie A tra Bologna e Fiorentina. Il match, meglio conosciuto come “Derby dell’Appennino” a causa della relativa vicinanza delle due città, separate solo dalla catena montuosa, non ha regalato grosse emozioni. Il Bologna parte meglio, salvo poi calare a metà della prima frazione, la Fiorentina  però non ne approfitta e prova a fare male in contropiede, senza però riuscire quasi mai a impegnare Skorupski. Il pareggio è nel complesso un risultato giusto, ma non accontenta nessuno: la Fiorentina non vince ormai da 5 giornate e da ben otto trasferte, oltre a soffrire del mal di gol del cholito Simeone; i rossoblù invece, muovono si la classifica, ma si ritrovano inchiodati a 11 punti, e soprattutto, ad occupare il terz’ultimo posto, in virtù delle vittorie di Empoli e Udinese. Ad attenderli c’è però la complicata trasferta di Marassi contro la Sampdoria, dove i felsinei saranno chiamati a una reazione sul piano del gioco e delle motivazioni.

Primo tempo: Il Bologna parte forte, e al 6′ Poli, imbeccato da un bell’assist, tanta di concludere a rete, senza però creare grossi problemi all’estremo difensore viola Lafont, che devia in corner. Al 16′, altra bella azione dei rossoblù, con Orsolini che trova lo spazio per un tiro che si indirizza a rete, trovando però l’opposizione di Lafont. La prima frazione prosegue senza emozioni fino al 43′ quando Santander sfrutta alla perfezione il cross di Mattiello, deviando di testa in area  un pallone che si indirizza sulla destra di Lafont, che con un gran riflesso devia nuovamente in calcio d’angolo. Si conclude così un primo tempo con poche emozioni, salvo il brivido finale sul colpo di testa di Santander e la risposta di Lafont, che mostra tutti i suoi riflessi.

Secondo tempo: La ripresa si apre al 51′ con un’occasione di Simeone, che al limite dell’area decide di calciare, trovando un’attenta risposta di Skorupski. La partita scivola così, con calci d’angolo alternati da entrambe le squadre e qualche tentativo di contropiede fallito da entrambe le parti, fino al 71′ quando Milenkovic, su corner, sovrasta la difesa rossoblù e stacca di testa, stampando il pallone sul palo a Skorupski battuto. La partita però è viva, ed entrambe le squadre provano nei minuti finali a cercare il gol della vittoria, ma invano: finisce infatti, dopo tre minuti di recupero, a reti bianche una partita tra due squadre bloccate che mostrano alcuni limiti sul piano del gioco e delle motivazioni. Ad attendere il Bologna, alla quattordicesima giornata, una trasferta tutt’altro che semplice in quel di Marassi, contro la Sampdoria, attesa questa sera nel sentitissimo Derby della Lanterna, in cui i rossoblù sono chiamati a mostrare gioco e carattere

 

  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento