Virtus, in Champions sai solo vincere: con Strasburgo arriva la 6° vittoria

VIRTUS BOLOGNA – SIG STRASBOURG  87-81 

(13-18) (27-22) (21-18) (26-23)

Non si interrompe la striscia di vittorie delle Vnere di coach Pino Sacripanti in Champions League. Contro una Strasburgo che dà parecchio filo da torcere alla Virtus arriva la sesta vittoria del torneo su sei partite. Dopo una partenza stentata i bianconeri riescono a riportarsi in parità prima della fine del secondo quarto. Nel finale decisivo Punter che con 3 triple consecutive regala ai suoi una vittoria preziosissima che vale il primo posto nel girone.

Primo Quarto

Match che fatica a sbloccarsi nei primi minuti; lo fa con M’Baye  prima che entri in partita anche Strasburgo con uno 0-6 al quale la Virtus pare non riuscire immediatamente a rispondere risutando imprecisa dalla media distanza  e sotto canestro; pesanti gli errori di Qvale. Ci pensa Aradori a suonare la sveglia ai suoi con una tripla a cui risponde Green poco dopo. Smpre Aradori, poi Punter in allontanamento mantengono vive le Vnere. Entra in partita anche Collins infilando 5 punti che permettono ai francesi di portarsi sul +8. L’ingresso di Pajola dà dinamismo alla manovra d’attacco negli ultimi minuti del primo quarto, chiuso dalla tripla di Punter che da oltre 7 metri porta la Virtus sul -5.

Secondo Quarto

Inizia decisamente meglio, invece, il secondo quarto per i padroni di casa. Cournooh e Pajola firmano i primi quattro punti poi Strasburgo ritorna sul parquet riportando a 5 i punti di distanza tra le due squadre. Ma è di nuovo la Virtus a farsi sotto quando da giocare ci sono ancora 6 minuti prima dell’intervallo lungo. Dopo il time out sale in cattedra la Virtus fino a ribaltare completamente il punteggio con Kravic padrone dell’area piccola e un grande Pajola in fase di regia.  La tripla di Eddie riporta a meno due Strasburgo.  Il punteggio recita 36-32 a un minuto e mezzo dalla fine del primo tempo. Torna sopra di una lunghezza Strasburgo grazie a punti di Serron. Poi è M’Baye ad andare a segno prima del pareggio francese con Collins dalla lunetta approfittando del bonus. Finiscono in parità (40-40) i primi 20 minuti.

Terzo Quarto

Partita che si riapre a rilento. Strasburgo firma i primi due punti, successivamente è Aradori dall’arco dei 6,75 metri a riaprire le marcature per le Vnere prima di una serie di errori dalla lunga distanza dei bianconeri dei quali approfittano solo parzialmente gli ospiti che vanno su +3. Punter ristabilisce la parità e poco dopo riporta in vantaggio i suoi segnando due triple delle sue. La squadra francese, però, non cede e grazie alla leadership e i punti di Collins resta attaccata al punteggio. Rimane tuttavia il momento di Punter, altri 4 punti che portano sul +2 la Virtus conditi da un tecnico a punizione delle ripetute provocazioni ai danni dell’ex compagno di squadra all’Aek Mike Green (fallo dato ad entrambi).  La Tripla di Cournooh non mette tranquilla la Virtus, Collins continua a segnare mentre la partita si innervosisce ed entrano in bonus entrambe le squadre, spezzando di fatto il ritmo della partita. 61-58 prima di iniziare l’ultimo quarto.

Quarto Quarto

Il Tap-in vincente di Kravic sull’errore di Cournooh inaugura l’ultimo periodo; immediata è la risposta francese. Canestro pesante di Taylor, poi Cournooh non sbaglia e tiene avanti la Virtus. Ottima difesa dei padroni di casa che non concede punti fino alla tripla di Jeremy Nzeulie che riporta gli ospiti a -1, prima del time out a 6 minuti e mezzo dalla fine del match. Da questo sembra uscire meglio la squadra di Collet che segna di nuovo da 3 grazie al solito Eddie e si riporta in vantaggio. Annullato prontamente da Punter prima e Qvale poi. La successiva difesa bianconera impreziosita dalla stoppata di M’Baye che vola in cielo per togliere la palla dalle mani di Fall dà la carica decisiva alla squadra di Sacripanti. +4 Virtus a 4′ dalla fine. Fondamentale la bomba di Punter che scava un primo significativo solco di 7 punti tra le due squadre. Diversi sbagli dei lunghi, ma non solo, non permettono a Strasburgo di riavvicinarsi. Punter-show fa il resto: 3 triple consecutive per il +9 Virtus a 50 secondi dal termine dell’incontro. Qvale si prende il merito degli ultimi due punti bianconeri che suggellano la sesta vittoria in altrettante uscite in Champions League per la Virtus.

Tabellino:

Virtus Bologna: Punter 26, Pajola 6, Taylor 10, Baldi Rossi 5, Cappelletti ne, Kravic 8, Aradori 9, Berti ne, M’Baye 11, Cournooh 7, Camara ne, Qvale 5. All. Sacripanti.

SIG Strasbourg: Collins 20, Beyhurst, Serron 7, Eddie 11, Nzeulie 8, Green 12, Pietrus, Lang 2, Goulmy ne, Fall 13, Traoré 8. All. Collet

MVP Bolaround: Kevin Punter (26 punti)

(Fonte immagine in evidenza: Sito ufficiale Basketball Champions League)

  • 85
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Eugenio Fontana

Appassionato di storie sportive e tifoso rossoblu dal '95. La prima volta che sono andato allo stadio ho visto una partita di Coppa Intertoto: Bologna-National Bucaresti 2-0. Speaker radiofonico a radio1909

Lascia un commento