Bufera su Cantù: vicini al rischio fallimento?

Come un film già visto, arrivano brutte notizie da Cantù, anche se questa volta la situazione sembra essere più grave del previsto. Ipotesi fallimento per la società brianzola? Secondo la Gazzetta dello Sport la situazione ha preoccupato moltissimo Andrea Mauri, dirigente del club, che si sarebbe già consultato con Lega e FIP per capire come trovare i soldi per evitare il ritiro della squadra dal campionato, o quantomeno la fuga dei giocatori stranieri. Per terminare la stagione servirebbe almeno un milione di euro.

Già negli scorsi anni ci sono stati problemi economici, con vari giocatori che hanno lamentato spettanze non percepite a fine stagione (Culpepper su Twitter più di una volta si scagliò contro la società). Secondo l’agenzia di stampa Novosti Volgograda, la situazione di Gerasimenko non è facile. L’acciaieria Red October, legata a Gerasimenko e sponsor della squadra, ha chiuso ufficialmente i battenti qualche giorno fa. Un fallimento che, secondo l’agenzia russa, sarebbe già il quinto. Si legge inoltre che Gerasimenko «si nasconde dalla giustizia russa a Cipro» e con l’aiuto della consociata svizzera Red October International SA, intendeva «spostare i beni stabilendosi all’estero». Con i conti di Gerasimenko bloccati già da tempo, la situazione economica a Cantù non è delle migliori, in particolare per quanto riguarda gli stipendi. Problema più imminente e attuale riguarderebbe il Paladesio, con dei ritardi di pagamenti che potrebbero portare la squadra canturina a non avere a disposizione un campo di gioco. L’ipotesi, ora, è quella di cercare di concludere la stagione, ma sarà difficile già adesso trattenere sotto contratto i giocatori, soprattutto americani, avendo pochissime risorse a disposizione. Insomma, una vicenda non nuova ma che sembra arrivare ad un’amaca conclusione.

  • 22
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Redazione BOLaround

Sito Web di notizie e media fondato il 24 Novembre 2017.

Lascia un commento