Match-Ball Bologna. A Chievo, per giocarsi buona parte della stagione.

Per il Bologna è arrivata probabilmente la prima importantissima “finale”. Quella di domani non sarà una partita da ultima spiaggia, ma la sua importanza è fondamentale per la lotta salvezza, perché significherebbe battere una diretta concorrente alla lotta salvezza, per cercare di allontanarsi dalla zona rossa. Inzaghi stesso l’ha definita non una partita cruciale, ma un match da non sottovalutare. Sempre in conferenza stampa Inzaghi ha inoltre confermato di temere il Chievo ed ha messo in guardia i suoi di non sottovalutare i giocatori di Ventura.

Ha anche analizzato le ultime gare, affermando che il gioco che vuole, inizia a fare capolino, ma che manca anche un pizzico di fortuna.

Sul modulo, costretto per cause di forza maggiore, ha sciolto ogni riserva sarà probabilmente il 3-5-2. Gli interpreti saranno Skorupski tra i pali, Calabresi, Gonzalez e Helander in difesa. A centrocampo Mbaye e Dijks sugli esterni con Poli, Pulgar e Svamberg in mediana. Davanti fiducia a Palcio in coppia con Santander.

Il Chievo viene da un periodo sicuramente non facile, con un cambio in panchina che non ha portato i risultati sperati, come testimoniano le ultime partite perse, che hanno relegato la squadra di Ventura all’ultimo posto, addirittura a -1.

Diversi sono anche gli ex nel Chievo Verona, con Meggiorini, Rossettini, Radovanovic e Rossettini ad aver vestito la maglia rossoblù in passato.

 

 

  • 8
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lorenzo Bignami

Tifoso di Virtus e Bologna, seguo i rossoblù da quando ne ho memoria, sempre abbonato in Bulgarelli. Sono inoltre addetto stampa della Salus Pallacanestro Bologna e collaboro con Concretamente sassuolo da diversi anni

Lascia un commento