Fortitudo forza 6, contro Mantova decisivo l’ultimo quarto: finisce 87-73

LAVOROPIU’ FORTITUDO BOLOGNA – POMPEA MANTOVA 87-73

(17-17) (23-23) (19-21) (28-12)

Da un lato la Fortitudo, ritornati a disposizione Fantinelli e capitan Mancinelli, per continuare a mantenere il comando della classifica; dall’altro Mantova per allontanarsi dalla zona “calda” e riscattare la sconfitta interna contro Imola. La spuntano i primi anche se con più fatica rispetto a quel che dice il risultato. Ospiti che la mettono fin da subito sul piano nervoso e fisico e Fortitudo che non riesce ad imporsi. La svolta arriva soltanto nell’ultimo periodo, momento in cui i padroni di casa prendono in mano la partita e colgono il 6 successo di stagione, rimanendo imbattuti.

Primo Quarto

Avvio semplice solo nei primissimi possessi per Bologna che sblocca subito il match con Rosselli e poi con Pini. Mantova capace, inizialmente, di segnare solo dai 6.75 metri. E’ Warren a segnare per primo, seguito da Maspero appena dopo l’errore in appoggio di Rosselli, servito perfettamente da Fantinelli. Si tratta solamente di uno dei diversi errori sotto canestro dei biancoblu, come anche della squadra ospite. Pini sbaglia tre volte il gioco spalle a canestro, sostituto da un Benevelli che viene da prestazioni più che convincenti. La tripla di Leunen rimette in gioco i suoi ma arriva immediata la risposta mantovana che porta la partita sul 7-10. Lo stesso Benevelli torva il pareggio poi difeso a rimbalzo. Primo quarto giocato nervosamente da entrambe le squadre che non trovano punti facili. La Fortitudo si affida ad Hasbrouck e Leunen, ma è nuovamente Benevelli ad impattarla prima che Visconti da 3 ri-allontani i padroni di casa che trovano nuovamente il pareggio, 17-17, con Cinciarini.

Secondo Quarto

Riapre le danze Warren, sempre da 3. Poi i primi punti di Mancinelli  che da 2 appoggia facilmente, come Rosselli per due volte subito dopo. Ma Mantova si riporta sul +1. Arriva poi il bis del solito Warren che porta Mantova sul +4 dopo i primi 3 minuti del secondo periodo. A questa si aggiunge quella di Visconti. La replica di Cinciarini serve ad assottigliare il passivo: 32-36 a 3′ dalla fine del primo tempo. Pini riporta la partita in parità ma Hasbrouck fallisce il facile sorpasso trovato nell’azione successiva dallo stesso Pini. 38-36. In conclusiuone Visconti sulla sirena appoggia agile da due, 40 pari dopo i primi due quarti.

Terzo Quarto

Si segna poco in apertura di terzo periodo. Il primo a farlo è Pini, stavolta non sbaglia il gioco in post. Sempre Pini,  padrone dell’area segna per la F, però commette anche il 4° fallo. Brutta palla persa da Rosselli che scatena la tripla di Warren per il nuovo vantaggio di Mantova. Illusorio il vantaggio firmato Fantinelli, ripreso dai canestri di Raspino Ricci. Hasbrouck da 3 per il -3. Time out a meno 4′ dal termine del quarto dal quale escono meglio gli Stings; Visconti da 3 per il momentaneo massimo vantaggio ospite: 49-57. Portato a +11 nell’azione successiva ancora da uno scatenato Visconti. La Fortitudo capisce che è non è più il momento di rimanere a guardare: prima alza difesa e pressing e poi comincia a ridurre lo svantaggio, approfittando delle imprecisioni della Pompea. Hasbrouck da 2 e poi Mancinelli a 3 secondi dalla fine porta a meno 2 i suoi.

Quarto Quarto

Ultima frazione dall’inizio favorevole a Mantova, rapidissimamente a segno, complice la dormita dell’intera difesa biancoblu. Mancinelli e Cincarini riducono a 2 punti lo svantaggio. Poi l’inversione di marcia: grande palla anticipata da Fantinelli che subisce fallo e segna i due liberi del pareggio. Hasbrouck segna la tripla del sorpasso. Prende per la prima volta in mano la partita la Fortitudo: 68-65 a 6 minuti dalla fine. Si rifà sotto Mantova ma i 4 punti consecutivi di Cinciarini fanno salire a 7 i punti di distanza fra le squadre. Hasbrouck segna il +9, gli ospiti cominciano a smarrirsi dopo aver retto oltre 35 minuti. Le triple di Cinciarini e Hasbrouck spaccano definitivamente la partita. Il punteggio dice 84-69 a meno 2′ dal termine. Cambia poco da lì alla fine, con i due punti di Franco, mandato sul parquet per gli ultimi secondi insieme a Muzzi, che sanciscono la vittoria per i padroni di casa.

Tabellino:

Fortitudo: Sgorbati 2, Cinciarini 23, Mancinelli 8, Franco 2, Benevelli 5, Leunen 5, Muzzi, Venuto, Rosselli 6, Fantinelli 7, Pini 10, Hasbrouck 19. All.Martino

Mantova: Guerra ne, Vencato ne, Morse 3, Poggi, Raspino 15, Visconti 16, Ferrara ne, Albertini ne, Ghersetti 2, Maspero 9, Warren 18, Cucci 10. All.Seravalli

MVP Bolaround: Daniele Cinciarini (23 punti)

(Foto: Valentino Orsini/Fortitudo Bologna)

  • 19
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Eugenio Fontana

Appassionato di storie sportive e tifoso rossoblu dal '95. La prima volta che sono andato allo stadio ho visto una partita di Coppa Intertoto: Bologna-National Bucaresti 2-0. Speaker radiofonico a radio1909

Lascia un commento