La Fortitudo ingrana la quinta: domata Jesi, al PalaTriccoli finisce 66-87

TERMOFORGIA JESI – LAVOROPIU’ BOLOGNA

66-87

(21-2720-2012-2113-19)

A Jesi l’anno scorso cominciarono i primi problemi per la Fortitudo, con il malessere che colpì Matteo Boniciolli che da quel momento si dovette fermare. Oggi è un’altra storia, i biancoblu arrivano in terra marchigiana consapevoli di essere una, se non la, squadra migliore del campionato. La Fortitudo viene da quattro vittorie su quattro e non ha intenzione di fermarsi. Di fronte ci sarà un’Aurora Jesi agguerrita, reduce da un inizio con un record parzialmente negativo (1-3), che ha incontrato però le migliori squadre fino ad ora come Forlì e Montegranaro (ancora a punteggio pieno entrambe, che si incontreranno nel big-match di giornata domani alle 12).

Prepartita:

Antimo Martino avrà a disposizione tutto il roster, sempre con capitan Mancinelli non al top della forma che però sarà presente in panchina. Damiano Cagnazzo invece non avrà a disposizione uno dei suoi due ragazzi americani, precisamente Kevin Dillard volato nel suo paese natale per un lutto familiare, assenza pesante per la squadra marchigiana.

Cronaca:

Coach Cagnazzo sceglie Mascolo, Jones, Baldasso, Totè e Rinaldi. Coach Martino schiera invece Venuto, Hasbrouck, Rosselli, Leunen e Pini. Fortitudo che parte molto concentrata e con Pini e 6 punti di Rosselli firma subito il primo allungo di giornata 8-0. Risponde l’Aurora Jesi con un contro-parziale di 5-0 BaldassoMascolo.
Uno dei due sulla sponda biancoblu Kenny Hasbrouck si mette subito in proprio con 5 punti tutti suoi e costringe a chiamare al time-out la squadra di casa. Al rientro dal minuto Jones e Mascolo accorciano le distanze: è parziale aperto di 11-3 e  punteggio sul 16-17 a 4 minuti dal primo mini-intervallo. Il time-out chiamato da Martino non serve a molto perché ancora una volta Jones colpisce da tre: Fortitudo in difficoltà. Benevelli interrompe il mega parziale jesino, 21-21. Tre palle perse consecutive per i padroni di casa e biancoblu che puniscono in contropiede. Il primo quarto si chiude sul punteggio di 21-27.

Il secondo periodo lo apre Benevelli, che in trans-agonistica dalla fine del quarto precedente segna la tripla del +10. Ma la Fortitudo dimostra che appena spinge un po sull’acceleratore non c’è storia ed è Cinciarini con un altro tiro dalla lunga distanza a proseguire il parziale aperto di 17-0. Jones è il faro in mezzo alla nebbia marchigiana, 18 punti per lui in appena 13 minuti di gara e Jesi di nuovo sotto di 5, 29-34 e time-out per Martino. C’è un altro giocatore nella partita già in doppia cifra, è l’altro ex Andrea Benevelli con 13 punti a mantenere le giuste distanze. Coach Martino ci ricasca e a 3 minuti dall’intervallo prende il quarto fallo tecnico di stagione. Totè con un’ottima finta elude l’intervento di Benevelli e schiaccia il -4. E’ Mascolo a firmare il -2, per una Jesi che a tratti si accende e si spegne, proprio come questa partita. Cinciarini segna il +8, ma ancora Mascolo sulla sirena in entrata mette dentro il -6. E’ 41-47 all’intervallo lungo.

Il terzo quarto inizia in sordina per la effe, ma in un amen un 5-0 di Kenny Hasbrouck mette tutti sulla stessa linea, 45-54. Arriva anche il tiro da tre di Guido Rosselli, questa sera utilizzato molto da playmaker vista l’assenza di Fantinelli. Jones è caduto nelle grinfie di Rosselli che lo marca stretto e lo annulla. Esce un Leunen un po sottotono questa sera per far posto a Benevelli. Kenny Hasbrouck mette a segno il massimo vantaggio di serata: +16, sul 45-61. Tiro sbagliato della guardia americana con il 41 sulla schiena da una parte, tiro segnato dall’altra con il giovane Santucci  da tre che nell’azione successiva recupera il rimbalzo difensivo e lancia Mascolo per il nuovo -8, Jesi non è mai morta. Coach Martino è costretto ad un nuovo time-out e al rientro in campo la Fortitudo è lucidissima a rimettere le cose a posto +15 con 2 punti di Hasbrouck e 5 di Cinciarini.
Si va all’ultimo mini-intervallo sul 53-68.

Ad inizio ultimo periodo Totè prova a riaprire nuovamente la partita, ma ancora un meraviglioso Cinciarini a risolvere la situazione con una tripla. Per Jesi da segnalare l’assenza ormai prolungata dal parquet di Jones presumibilmente per un problema fisico. La Fortitudo gioca sul velluto, gioca in maniera liscia e senza mai sbavare e uscire dagli schemi, Benevelli segna da tre il suo ventesimo punto. Si iscrive alla serata anche Giacomo Sgorbati ed a 3′ dalla fine sul 61-83 la partita si può definire finita. Entrano Marco Prunotto e Matteo Franco per Cinciarini e Pini, per una giusta passerella a due ragazzi dell’Academy biancoblu. Cagnazzo inserisce addirittura un quintetto Under per l’ultimo minuto di gioco. La Fortitudo scavalla quota 85 per la quinta volta in questa stagione con due canestri di Sgorbati e Prunotto.  Finisce 66-87 per una grande Fortitudo.

MVP BOLaround:

Andrea Benevelli, Voto: 7,5 (20 pti, 1 ass, 11 reb)

Tabellini:

Termoforgia Aurora Basket Jesi: Bordoni, Mentonelli, Mascolo 16, Baldasso 9, Santucci 3, Rinaldi 4, Valentini, Jones 21, Mwananzita, Totè 13, Lovisotto

Lavoropiù Fortitudo Bologna: Sgorbati 8, Cinciarini 16, Mancinelli, Franco, Benevelli 20, Leunen 4, Prunotto 2, Venuto, Rosselli 9, Fantinelli, Pini 7, Hasbrouck 21

Fortitudo ancora a punteggio pieno, aspettando di sapere chi la accompagnerà passo a passo tra Forlì e Montegranaro che come già detto domani si affronteranno. Prossima sfida sarà al PalaDozza Sabato 3 Novembre alle 20.30 contro la Pompea Mantova.

(Foto Valentino Orsini / Fortitudo Bologna)

  • 25
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Andrea Fanti

Nato nel 2002, studio al Liceo Copernico di Bologna. Appassionato di calcio fin da piccolo seguo il Bologna da quando ho 5 anni, il basket è entrato nella mia vita un po' dopo, quando avevo 9 anni che ho iniziato a praticarlo. Oggi sono abbonato sia a Bologna che a Fortitudo. A Novembre mi è arrivata la proposta di entrare a far parte della redazione di BOLaround ed ho accettato subito, da quel giorno mi occupo di Fortitudo e qualche volta di Virtus scrivendo e presenziando ai post partita casalinghi.

Lascia un commento