La Fortitudo non si ferma e fa 4 su 4: superata anche Udine

LAVOROPIU’ FORTITUDO BOLOGNA – GSA UDINE 81-74

(17-16) (15-20) (26-11) (23-27)

Nella quarta giornata del campionato di Serie A2, girone Est, la Fortitudo, priva di Fantinelli e Mancinelli, deve superare l’ostacolo Udine per portare a 4 (su 4) il numero di vittorie stagionali. Dall’altra parte, gli ospiti hanno bisogno di riscattarsi dopo l’ultima sconfitta in casa contro Montegranaro e i soli 2 punti raccolti nei primi tre impegni di campionato.

Primo quarto 

A un incontenibile Simpson che firma i primi 7 punti per i suoi risponde un altrettanto sorprendente Pini, prima servito ottimamente da Leunen e poi da tre. A metà del primo quarto il punteggio è di 10-9 per la Fortitudo con Udine che non riesce a sfruttare a pieno le diverse palle perse in attacco dai padroni di casa. Punti pesanti di Rosselli prima del mini-break ospite, + 4 Udine grazie alla tripla di Genovese. Poi sono Cinciarini da 3 e Benevelli a riportare in sella i biancoblu che chiudono sopra di una lunghezza i primi 10 minuti.

Secondo quarto

La seconda frazione si apre con 6 punti per la squadra di coach Cavina che si porta sul 17-21 e una Fortitudo che reagisce da tre con Cinciarini prima che la tripla di Penna riporti nuovamente a più 6 la differenza tra le due squadre. Hasbrouck con 3 punti e poi successivamente la grande difesa di Benevelli che induce Montellaro all’infrazione di passi assottigliano il “gap”. Ancora Penna al termine di un’azione personale (più libero messo) che mette in difficoltà tutta la difesa avversaria fissa momentaneamente il punteggio sul 25-29. Fortitudo imprecisa in fase di realizzazione, ne approfittano Simpson da 3 e poi Pellegrino da due lasciato libero dalla difesa che esce in ritardo dai blocchi. A meno tre minuti dal termine del quarto il time out chiamato da Martino sul 28-34 non riesce a  rivitalizzare i suoi, più in difficoltà del previsto: l’anticipo con contropiede vincente di Habrouck e quello di Pini rendono solo poco meno pesante il passivo. Il primo tempo termina infatti 32-36 per la squadra friulana.

Terzo quarto

La reazione attesa dalla Fortitudo tarda ad arrivare con i biancoblu che non capitalizzano i primi due possessi a favore. Poi la sblocca un Leunen fino a quel momento non particolarmente convincente; immediata la risposta di Simpson che con 5 punti consecutivi vanifica il meno 2 firmato Hasbrouck. Quest’ultimo è poi protagonista dello scarico vincente a Venuti che da tre impatta la partita. 43-43 a metà del terzo quarto. Il sorpasso è nell’aria e arriva puntuale dopo il minuto di time out. L’intensità della partita si alza e Udine fatica a rimanere agganciata ai padroni di casa, ci riesce con Powell ma poi inizia a sbagliare e Cinciarini, sempre da 3, scava il primo solco di 5 punti. Ospiti in difficoltà sia in attacco che in difesa mentre è pienamente arrivata la reazione biancoblu: +11 (58-47) alla fine del terzo quarto.

Quarto quarto

Nell’ultimo periodo Udine non riesce a riaprire la partita rimanendo attardata di diversi possessi per i primi 4 minuti: si segna da entrambe le parti con la Fortitudo pronta a controbattere ai canestri dei friulani. A 4 minuti dal temine della partita il punteggio è di 70-61. Si aggiunge la tripla avversaria a quella segnata subito prima da Hasbrouck che riduce a sette punti lo svantaggio degli ospiti, ulteriormente assottigliato da quella di Powell; poi Pini di forza prende il rimbalzo in attacco e segna due punti che danno nuovo ossigeno alla Fortitudo come l’ennesimo canestro da 3 del numero 41 biancoblu, decisivo anche in difesa subito dopo che chiude in cassaforte, a 30 secondi dalla fine, la quarta vittoria su quattro incontri della Fortitudo.

Non si fermano i biancoblu, più forti degli infortuni e bravi a reagire nel secondo tempo dopo una prima frazione in cui ha sofferto più del previsto risultando imprecisa sotto canestro e dalla media distanza. Fondamentali le triple di Cinciarini che tengono a galla la squadra di Martino nei momenti di difficoltà, come gli apporti determinanti dalla panchina di Benevelli e Venuto. Hasbrouck fa la differenza sul parquet.

Tabellino:

Fortitudo: Sgorbati, Cinciarini 11, Mancinelli ne, Franco ne, Benevelli 7, Leunen 14, Prunotto ne, Venuto 5, Rosselli 13, Fantinelli ne, Pini 12, Hasbrouck 19. All.Martino

Udine: Montellaro, Pinton, Genovese 3, Cortese 14, Simpson 19, Penna 10, Nikolic, Pellegrino 2, Powell 21, Spanghero 5. All.Cavina

MVP Bolaround: Kenny Hasbrouck (19 punti)

(Foto Valentino Orsini / Fortitudo Bologna)

  • 33
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Eugenio Fontana

Appassionato di storie sportive e tifoso rossoblu dal '95. La prima volta che sono andato allo stadio ho visto una partita di Coppa Intertoto: Bologna-National Bucaresti 2-0. Speaker radiofonico a radio1909

Lascia un commento