MotoGP Motegi, Marquez completa il livello 7: è campione del mondo!

Raggiunto Mick Doohan a quota 5 titoli mondiali in top class a soli 25 anni, ora nel mirino ci sono Giacomo Agostini e Valentino Rossi.

Caduto Dovizioso al penultimo giro nel tentativo di rispondere a Marquez per rinviargli la festa.

L’analisi della gara

Dopo la Pole di ieri, Dovizioso è partito bene ed è rimasto davanti per buona parte della gara imponendo nei primi giri un ritmo lento al gruppo degli inseguitori, salvo poi dare degli strappi alternati per fare selezione. A 2/3 della gara lui e Marquez hanno iniziato a spingere al limite rimanendo come al solito da soli e facendo preannunciare un bel duello fino alle ultime curve. Finale rovinato però dall’errore di Andrea Dovizioso che al penultimo giro è scivolato dopo aver subito il sorpasso di Marquez, nel tentativo di rimanergli attaccato alla ruota posteriore per provare a ripassarlo nel rettilineo. Obiettivo di rovinare la festa alla Honda in casa loro sfumato per Ducati e Dovizioso, che ha però il merito di essere stato anche in questa stagione l’unico a poter impedire a Marquez la vittoria.

Marquez dal canto suo vince con una gara perfetta, nonostante la caduta del suo rivale: capace di aspettare il momento giusto per passare davanti e portando il ducatista al limite fino alla scivolata. Passa l’ultimo giro in sfilata per poi tagliare il traguardo in solitaria e andare a festeggiare con il team, i parenti e i tifosi. Livello 7 completato a soli 25 anni e 8 mesi, diventando così il più giovane a raggiungere i 5 mondiali in top class. Numeri incredibili per lo spagnolo che si candida a battere tutti i record esistenti.

Completano il podio Cal Crutchlow e Alex Rins, capaci di tenere il passo dei primi per buona parte della gara arrivando sul traguardo attaccati tra loro e a solo un secondo e mezzo dalla vittoria. Podio sfumato per Andrea Iannone, scivolato a pochi giri dalla fine mentre si trovava in quarta posizione.

Prima Yamaha al traguardo Valentino Rossi, quarto a 6 secondi da Marquez, ma bravo a resistere dopo un calo importante della gomma. Va peggio alle altre Yamaha in gara dopo un buon inizio di weekend con Zarco 6° e Vinales 7°.

Quinto un bravissimo Alvaro Bautista, che l’anno prossimo passerà in Superbike con il team ufficiale Ducati. Chiudono la top ten Pedrosa, Petrucci e Syahrin. 11° Morbidelli, 18° Dovizioso dopo la scivolata. Caduti Miller, Abraham e A.Espargaro, oltre a Iannone.

Race Classification

Classifica motomondiale

Le parole dei protagonisti

Marc Marquez: “Mi sento davvero bene, sono felice. Dopo Aragon mi immaginavo che poteva finire così. Volevo vincere al primo matc point e l’ho fatto. Ho colto l’occasione giusta, mi sono preparato al meglio sono riuscito a seguire Dovizioso per tutta la gara, poi ho attaccato prima dell’ultimo giro, copiando la strategia usata in Thailandia. Mi dispiace che Andrea sia caduto, meritava di essere sul podio con me. Con lui sono sempre delle belle battaglie, la stagione è stata molto bella. Da lui ho imparato molto e penso che anche il prossimo anno sarà una lotta tra noi. Non mi accontento mai? Sono contento solo se vinco e quindi questa è la mia motivazione. Ora voglio festeggiare, poi penserò al 2019 dove ci sarà ancora più pressione e voglia di confermarmi. Non vedo l’ora di tornare in Spagna con tutti.”

 

Bagnaia ad un passo dal mondiale, Bezzecchi lo riapre in Moto 3

In Moto 2 importantissimo primo posto per Pecco Bagnaia che aumenta il suo vantaggio su Oliveira (3°) a 38 punti. La gara era stata vinta però da Quartararo che è stato poi squalificato dopo la fine della MotoGP per una scorrettezza sulla moto. Secondo Baldassarri.

Nella categoria minore la vittoria di Bezzecchi e la caduta di Martin riaprono il mondiale. Completano il podio Dalla Porta e Binder. 4° Foggia, 6° Arbolino, caduto anche Di Giannantonio.

 

Secondo appuntamento del trittico già la prossima settimana, ovvero il 28 Ottobre a Philips Island (vedi calendario).

 

Sources:

  • 22
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Daniele Lanza

Nato a Bologna nel 1996. Studente di Produzioni Animali alla facoltà di Agraria di Bologna. Appassionato di motori (MotoGP e SBK) e ducatista fin dalla nascita. Conduttore del programma Red Flag su Radio1909.

Lascia un commento