Fortitudo a gonfie vele: sbancato il PalaVerde 75-86

DE’ LONGHI TREVISO – LAVOROPIU’ BOLOGNA

75-86

(23-2016-19, 19-25, 17-22)

Non è mai una partita come le altre, Treviso-Fortitudo rievoca particolari ricordi sia positivi che negativi per entrambe le compagini. Oggi siamo solo alla 3a giornata, ma possiamo già definirlo scontro al vertice, perché insieme a Forlì e Montegranaro sono le uniche squadre a punteggio pieno nel Girone Est. Tanti cambi dalla passata stagione anche per quanto riguarda la De’ Longhi, che chiusa l’era Pillastrini, ha deciso di ripartire da Max Menetti per puntare a quella promozione ambita negli anni passati, ma mai raggiunta.

Prepartita:

Sarà la partita del ritorno da avversario al PalaVerde di Matteo Fantinelli, atteso dal pubblico trevigiano dopo l’addio di quest’estate. Antimo Martino ieri in conferenza stampa ha detto di non averne parlato con il suo playmaker in settimana credendo fortemente nelle caratteristiche morali del giocatore. La Fortitudo arriva alla sfida con capitan Mancinelli che rientrerà nei 12, ma con ogni probabilità non scenderà in campo, del resto squadra al completo.
Dall’altra parte sarà una partita speciale per Matteo Chillo, che non rientrando nei piani di Martino ha deciso di ricominciare da Treviso. Menetti sarà orfano solamente dell’infortunato Tomassini (che tanto male fece alla Fortitudo con la maglia di Casale), assenza al quale dovrà far fronte fino a Gennaio. Recuperato invece Antonutti dopo il problema che lo aveva tenuto fuori la settimana scorsa, giocherà con una maschera protettiva.

Cronaca:

Treviso parte con Waynes, Burnett, Alviti, Antonutti e Tessitori; risponde la Fortitudo con Fantinelli, Hasbrouck, Rosselli, Leunen e Pini. Waynes impiega appena venti secondi per infilare la prima tripla della gara, alla quale segue un bel gancio centrale di Rosselli. Tessitori ingaggia una gara sotto canestro con Pini ed appoggia il 5-2. Dall’altra parte bellissima azione per la Fortitudo: Rosselli serve Fantinelli e si butta back-door dentro l’area, l’ex della partita lo serve magistralmente per un lay-up che Rosselli non può fallire. Partita molto equilibrata 7-6 dopo 4′ giocati. Hasbrouck non riesce ad entrare in partita, mentre Burnett firma il primo allungo trevigiano 12-6. Fortitudo tenuta a galla da Fantinelli che in un non nulla firma un 6-0 tutto suo con un tiro libero, una tripla ed una palla recuperata tramutata in canestro in contropiede: 14-12. fa l’esordio in campo anche Matteo Chillo con 3′ da giocare. Ancora Fantinelli, sempre lui in questo primo quarto, Fortitudo che sorpassa per la prima volta 14-16. Treviso che in questo primo quarto non molla un secondo, alta intensità spalmata su tutto il periodo chiuso da Antenutti 23-20.

Il secondo quarto lo apre Imbrò con una tripla in uscita dai blocchi. Per la Fortitudo, Fantinelli (già a quota 10) e Rosselli tengono a contatto la propria squadra: 26-24. Momento molto confusionale della partita, errori da una parte e dall’altra per 3 minuti senza segnare. Ci pensa Leunen con un arresto in allontanamento e tiro da tre segnato. Ancora Tessitori con il leitmotiv della partita: palla servitagli in post basso e attacco al canestro: 31-28.
Chiama time-out Antimo Martino a 4′ dall’intervallo. Uscita dal time-out con la Fortitudo posizionata a zona, che Treviso attacca in maniera magistrale concludendo con un tiro dall’angolo di Burnett. Maarten Leunen nel bene e nel male, prima infila un canestro dei suoi, poi perde un pallone banale (forse subendo fallo non ravvisato dagli arbitri). Da questa palla persa ne scaturisce un fallo tecnico ad Antimo Martino per proteste nei confronti della terna. La Fortitudo chiude il secondo quarto nel segno americano, prima Hasbrouck serve sotto canestro Leunen che appoggia. Azione successiva Hasbrouck recupera palla in difesa e nel ribaltamento chiude con il primo tiro dai 6,75 della sua partita, sorpasso bolognese 37-39. Treviso mai doma: Imbrò con 5″ sul cronometro chiude il primo tempo con un bel canestro da due in allontanamento. Finisce 39-39 un bellissimo primo tempo di una partita molto equilibrata.

Il terzo periodo comincia con una brutta notizia per Martino, infatti per Matteo Fantinelli dopo la caduta in occasione di un azione nel secondo quarto c’è stato un piccolo stiramento alla fascia plantare, che lo costringe per il momento alla panchina. Hasbrouck apre le danze con una tripla importante per il morale del giocatore. Pini è monumentale, cambia sul blocco e subisce il terzo fallo di sfondamento della sua partita. Fallo tecnico alla panchina trevigiana, Hasbrouck trasforma il tiro libero e nell’azione seguente mette a segno la sua terza tripla di giornata. Tessitori accorcia le distanze e la Effe perde palla nell’attacco successivo. 46-50 in una partita molto fisica. Benevelli segna il +5 con un tiro centrale da tre. Ancora Tessitori fenomenale in post con due tiri a segno tiene in piedi la De’ Longhi. Guido Rosselli con la verve da leader si carica la squadra sulle spalle vista l’assenza di Fantinelli, porta palla e segna da tre il +8. Ultimo tiro sempre a Imbrò che neanche a dirlo infila da oltre l’arco. Si va all’ultimo mini-intervallo sul 59-64.

Si mette in proprio anche Cinciarini con la specialità della casa, due triple, una dietro l’altra che portano la sua squadra a +11 ad inizio ultimo periodo. Sempre la coppia Imbrò-Tessitori a tenere in partita i veneti, due bombe a segno e di nuovo -6. Hasbrouck segna da tre, ma ancora Tessitori con un canestro e due falli subiti da Leunen (in difesa) e da Pini (in attacco) dà la carica ai suoi. Rosselli da manuale per Pini e Fortitudo che ricaccia indietro la truppa di Menetti. L’infrazione di passi ingenua di Hasbrouck e la doppia tripla di Alviti riportano i trevigiani a -4. Fortitudo un po in confusione. Kenny Hasbrouck firma il colpo del KO. Tripla da 9 metri a 1’30” dalla fine e +9.
Ancora la guardia americana a difendere la differenza a canestri rubando un importante pallone a Chillo e mettendo in cassaforte il risultato: 75-86 per la Fortitudo.

MVP Bolaround:

Kenny Hasbrouck, Voto: 7,5 (22 pti, 3 ass, 2 reb)

Tabellini:

De’ Longhi Treviso: Antonutti 3, Lomabrdi 8, Uglietti 2, Alviti 6, Waynes 3, Imbrò 14, Tessitori 24, Sarto, Barbante, Burnett 15, Chillo, Epifani

Lavoropiu’ Bologna: Cinciarini 11, Mancinelli, Rosselli 15, Venuto, Benevelli 5, Leunen 18, Hasbrouck 22, Franco, Pini 2, Fantinelli 12, Sgorbati 1

Fortitudo in testa alla classifica a punteggio pieno. Saranno da valutare le condizioni di Matteo Fantinelli non sceso in campo nel secondo tempo, perchè Mercoledì alle 20.30 al PalaDozza arriva Udine per quella che si prospetta un’altra bella partita.

(Foto Valentino Orsini/Fortitudo Bologna)

  • 48
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Andrea Fanti

Nato nel 2002, studio al Liceo Copernico di Bologna. Appassionato di calcio fin da piccolo seguo il Bologna da quando ho 5 anni, il basket è entrato nella mia vita un po' dopo, quando avevo 9 anni che ho iniziato a praticarlo. Oggi sono abbonato sia a Bologna che a Fortitudo. A Novembre mi è arrivata la proposta di entrare a far parte della redazione di BOLaround ed ho accettato subito, da quel giorno mi occupo di Fortitudo e qualche volta di Virtus scrivendo e presenziando ai post partita casalinghi.

Lascia un commento