Trieste-Virtus, la preview del match

Si comincia a fare sul serio, finalmente. Domenica 7 ottobre alle 20.45  (diretta RaiSport ed Eurosport Player) inizia ufficialmente la stagione della nuova Virtus Segafredo, rivoluzionata dal mercato estivo e vogliosa di rifarsi dopo i risultati dello scorso campionato. Il destino ha voluto che la prima avversaria fosse proprio quella Trieste che, circa un anno e mezzo fa, contese la promozione ai bianconeri. I giuliani sono riusciti ad ottenere il pass per la massima serie a Giugno, superando Casale in finale. Così, 14 anni dopo l’ultima apparizione, l’Alma tornerà a lottare nel basket che conta, con l’obiettivo dichiarato di difendere la categoria e trovare una salvezza tranquilla.

Ma come arrivano queste due squadre alla gara di domenica? Partiamo dai padroni di casa, alle prese con qualche acciacco di troppo. Uno dei colpi messi a segno in estate, quel Hrvoje Peric che ha trascinato Venezia nelle ultime stagioni, non sarà della sfida per una frattura ad una costola rimediata in amichevole. Anche l’ex bianconero Matteo Da Ros difficilmente sarà della partita. La novità delle ultime ore riguarda però Chris Wright, l’ex Reggio Emilia che, a quattro giorni dall’esordio, ancora non si è allenato con i compagni e continua ad essere sottoposto a terapie dallo staff medico biancorosso. Lo stesso Devondrick Walker (25 punti nella sfida con la Segafredo in amichevole a Parma), rookie americano arrivato dalla D-League in estate, sta continuando a lavorare a parte per recuperare al meglio.

Sotto le plance la Virtus incrocerà Justin Knox, già visto a Bologna (sponda Fortitudo) e che ha ben figurato nel finale di stagione scorso a Capo d’Orlando. A far coppia con l’ex bolognese ci sarà un altro giocatore passato all’ombra delle Due Torri. Si tratta di William Mosley, centro dotato di grandi doti atletiche. Mosley è un notevole stoppatore (quinto migliore nella storia della NCAA) e conosce bene il campionato italiano. L’ultima stagione ha vestito la maglia dei Legnano Knights con ottime cifre: 11 punti e quasi 10 rimbalzi di media a partita (diventate 15+12 ai playoffs). Gli altri pericoli potranno sicuramente arrivare da Jamarr Sanders, ex Casale Monferrato (già visto a Trento nella massima serie): per lui 16 punti, 6 rimbalzi e quasi 5 assist di media nell’ultimo campionato. A completare le rotazioni di Coach Dalmasson ci saranno Strautins, Janelidze, Coronica, Fernandez e gli ex Fortitudo Cittadini e Cavaliero.

Una Trieste dunque incerottata sicuramente, ma sospinta dall’entusiasmo della serie A ritrovata dopo tanto tempo. Altro fattore da non sottovalutare sarà l’impatto dell’AllianzDome, il fortino biancorosso che si preannuncia bollente: oltre 4000 infatti sono i posti andati esauriti solamente in abbonamento.

E la Virtus? Lo abbiamo accennato in precedenza: squadra sostanzialmente rivoluzionata, con nuove gerarchie e equilibri ancora da perfezionare ed aggiustare. Qualche alto e basso in precampionato, dovuto sia a problemi fisici (Taylor all’inizio, Qvale ultimamente) che non (Aradori impegnato con la Nazionale). La news dell’ultima ora riguarda il ruolo di capitano, affidato proprio al pivot ex Kuban che, dopo i problemi alla schiena delle ultime settimane, sembra essere pronto per difendere il “pitturato” bianconero già da questa prima giornata. Grande curiosità intorno alla squadra, che sulla carta si presenta un gradino sotto alle prime forze del campionato, ma è ricca di talento e punti nelle mani. Gli obiettivi dichiarati sono l’accesso alle Final Eight e ai playoff, oltre ad un buon cammino in Europa. La regia di Taylor, le iniziative di Punter ed Aradori e l’apporto di Mbaye (sicuramente un po’ arrugginito dopo una stagione quasi da fermo a Milano, ma uno dei più positivi negli ultimi test) saranno cruciali per le sorti delle Vnere. Da non sottovalutare nemmeno l’impatto di Kravic, che avrà sicuramente molto spazio viste le condizioni di Qvale e che è risultato il secondo miglior realizzatore nell’ultima amichevole con Varese.

Esordio dunque complicato, ma alla portata dei bianconeri, soprattutto per le condizioni di emergenza in cui si presenterà l’Alma. Un match, quello di domenica sera, che aprirà una settimana molto importante per la band di Coach Sacripanti. Mercoledì sera infatti si alzerà il sipario sulla stagione europea, con l’esordio in Champions League contro i lituani del Neptunas, mentre nella seconda giornata di campionato sarà già tempo di affrontare i Campioni d’Italia al Paladozza.

  • 8
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Francesco Strazzari

Grande appassionato di basket sin da piccolo, tifoso Virtus e Bologna Fc. Fondatore di "BOLaround", mi occupo di articoli e interviste relativi al mondo Virtus. Commentatore tecnico delle partite del Basket Progresso Matteiplast Bologna. Attualmente articolista anche presso basketinside.com Fondatore BOLaround

Lascia un commento