Verso Bologna-Inter: esaminiamo la partita contro i Nerazzurri

Ospite, per la terza giornata del campionato 2018/2019 al Dall’Ara, è l’Inter di Luciano Spalletti.

I nerazzurri dopo un’avvio non dei migliori per via della sconfitta con il Sassuolo e il 2-2 casalingo con il Torino, si trovano a navigare in zone che non soddisfano giocatori e società.

Per via di una campagna acquisti molto dispendiosa, con l’acquisto di diversi giocatori di alta qualità, l’Inter doveva candidarsi ad anti-Juve nella rincorsa allo scudetto. Infatti gli innesti di De Vrij, Nainggolan, Politano, Keità e Lautaro Martinez hanno permesso a Spalletti di avere una rosa molto competitiva. L’allenatore toscano  però non è ancora riuscito a tirare fuori il meglio. In entrambe le partite, dopo solo un’ora di gioco la squadra milanese sembrava in debito di ossigeno, complice la preparazione atletica pesante, che, soprattutto nelle prime giornate, porta in dote gambe pesanti. Se poi ci si aggiungono anche disattenzioni collettive ed errori individuali, vedesi il macroscopico errore di Handanovic sul gol di Belotti, il gioco è presto fatto ed è facile capire il perché di quella posizione in classifica.

Proprio su questo aspetto il Bologna deve cercare di fare la gara, sfruttando di più le ripartenze e concedendo l’iniziativa agli avversari. Durante le prime due giornate il Bologna si è trovato ad affrontare due squadre qualitativamente inferiori, che lo hanno costretto a lunghe manovre con il pallino del gioco in mano ai ragazzi di Inzaghi. Non è quindi questa la principale arma offensiva dei rossoblù, molto più pronti e capaci nello sfruttare ripartenze.

L’Inter si presenta al Dall’Ara tirata a lucido, con tutta la rosa a disposizione. La probabile formazione schierata da Spalletti sarà il consueto 4-2-3-1. In porta fiducia ad Handanovic che dovrà riprendersi dopo la leggerezza nell’ultimo incontro. A proteggere la porta sugli esterni ci saranno Vrsaljko e Asamoah, mentre la coppia centrale sarà de Vrij e Skriniar. In mediana più Vecino che Gagliardini con Brozovic titolare inamovibile. Davanti, schierate tutte le frecce in dote a Spalletti con Perisic a sinistra, Nainggolan alla prima da titolare nel ruolo di trequartista e sulla destra Politano leggermente favorito su Keita. In avanti il capitano Mauro Icardi.

Il Bologna invece deve far fronte ad una lunga serie di infortuni che hanno riempito l’infermeria. Ultimo di questi Angelo Da Costa che va ad unirsi a Paz, Valencia, Placio e il lungodegente Donsah.                                       Per mister Inzaghi solito modulo, con il 3-5-2. In porta Skorupski davanti a lui nella linea a tre ci saranno Helander, Danilo e Gonzalez. Sugli esterni a centrocampo la coppia Mattiello-Dijks, con le mezz’ali che saranno Poli e Dzemaili, Pulgar in regia. In avanti ballottaggio che vede Destro leggermente favorito su Santander per affiancare Falcinelli.

Foto: Bologna Fc 1909

  • 15
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lorenzo Bignami

Tifoso di Virtus e Bologna, seguo i rossoblù da quando ne ho memoria, sempre abbonato in Bulgarelli. Sono inoltre addetto stampa della Salus Pallacanestro Bologna e collaboro con Concretamente sassuolo da diversi anni

Lascia un commento