Bologna, il punto su mercato e ritiro

La truppa rossoblu comincia ad abituarsi agli 800 metri di Pinzolo e il ritiro entra nel vivo. I ritmi dettati da Inzaghi sono intensissimi e le pause brevi ma l’atteggiamento dominante è la carica positiva che proprio lo stesso mister sta cercando di infondere nei suoi giocatori spronandoli ed incitandoli continuamente davanti a una sessantina di tifosi.

Intanto, un po’ alla volta, vengono presentati i nuovi innesti. Dopo Falcinelli, Santander e Calabresi, oggi alle 14 tocca al portiere Skorupski. Tra questi l’attaccante del Paraguay  si sta allenando a parte e lo farà ancora per una settimana, il suo umore però è già alto come le sue motivazioni: “Sono molto contento di essere qui. Per questa settimana lavorerò a parte ma mi sento bene fisicamente e voglio raggiungere al più presto i miei compagni… Mi piace fare gol ma sono un giocatore che aiuta la squadra anche in fase di non possesso. La mia caratteristica principale è il colpo di testa, sia in fase di costruzione che in difesa…Il Club ha obiettivi molto chiari, Bologna è una squadra importante. So che i tifosi sono fantastici ma anche molto esigenti per la gloriosa storia di questo club“. Nel fine settimana potremmo già vedere qualcuno di loro in campo nella prima amichevole stagionale. Difficilmente Santander, come anche Erik Pulgar che ieri ha subito una forte contusione durante l’allenamento e si allenerà a parte per qualche giorno; è lui la vittima del primo, lieve, k.o. di stagione.

Capitolo Mercato. Come riportato da Il Resto del Carlino, a breve sarà ufficializzato il passaggio in prestito con obbligo di riscatto di Lorenzo Crisetig al Frosinone, già inserito nella lista dei convocati per il ritiro dei ciociari. Sempre in uscita forte è il pressing dell’Udinese per De Maio. Sembra affievolita l’idea dello scambio con Danilo. Il Bologna valuta il centrale francese 2,5 milioni ma i friulani devono prima sfoltire il loro reparto arretrato. I rossoblu potrebbero cedere De Maio anche senza dover per forza tornare sul mercato per sostituirlo alla luce delle prove di trasformazione di Mbaye da terzino a centrale che  Pippo Inzaghi sta tentando in questi giorni.

In entrata piace per la corsia di sinistra Cristian Molinaro del Torino, tanta esperienza da poter affiancare a Dijks nel ruolo che nelle ultime stagioni è sempre stato di Masina. C’è da battere la concorrenza delle altre squadre che hanno messo gli occhi su di lui, in primis il Genoa che con ogni probabilità si separerà da Laxalt.

L’attacco potrebbe anche considerarsi anche completo se non ci saranno partenze eccellenti. Sostanzialmente, se Destro rimarrà, molto carico fin dal primo giorno, la società non interverrà in maniera pesante, visto anche il rinnovo di Palacio. Inzaghi valuterà certamente anche Avenatti e Petkovic, almeno uno dei due andrà altrove. Un ultimo nome associato al Bologna da Eurosport è quello di Gregoire Defrel. Punta chiusa in giallorosso e inseguita in Italia e all’estero; per i rossoblu il nodo principale è l’ingaggio, 1,8milioni, decisamente alto per gli standard della società.

(Immagine in evidenza/Bologna Fc 1909)

 

 

  • 10
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Eugenio Fontana

Appassionato di storie sportive e tifoso rossoblu dal '95. La prima volta che sono andato allo stadio ho visto una partita di Coppa Intertoto: Bologna-National Bucaresti 2-0. Speaker radiofonico a radio1909

Lascia un commento