MotoGP: Ducati promuove Petrucci

“Entrare a far parte della squadra ufficiale è un sogno che si realizza…”

Con queste le parole di Danilo Petrucci, la Ducati ufficializza di aver raggiunto un accordo con il pilota di Terni, che affiancherà Dovizioso per la stagione 2019.


La conferma dell’operazione voluta da Domenicali, chiusa al Mugello, era attesa alla partenza del GP di Catalogna. A quanto pare però, l’annuncio di Jorge Lorenzo di essersi legato all’Honda per i prossimi due anni, ha fatto accelerare le procedure.

Le parole di Domenicali

Claudio Domenicali, soddisfatto dell’accordo, ha dichiarato: “Vorrei innanzitutto ringraziare Jorge Lorenzo per l’impegno che ha profuso come pilota Ducati e in particolare per l’eccezionale vittoria di domenica scorsa al Mugello, che passerà alla storia come uno dei trionfi più leggendari della nostra azienda

Jorge è un grande campione, anche se da un pilota del suo valore ci saremmo aspettati la capacità di fornire in tempi più rapidi indicazioni chiare e precise ai nostri tecnici per migliorare il suo feeling con la nostra moto, e quindi mi auguro che possa non solo ottenere altre vittorie nelle restanti gare della stagione ma addirittura lottare per il titolo mondiale insieme al suo compagno di squadra Andrea Dovizioso, adesso che finalmente riesce a sfruttare tutto il potenziale della nostra Desmosedici.

Non dimentichiamoci che siamo solo a un terzo di stagione e il campionato è totalmente aperto. Desidero dare un caloroso benvenuto a Danilo, che non vediamo l’ora di vedere in sella alla Desmosedici GP del Ducati Team insieme ad Andrea, e che sicuramente continuerà la sua rapida ascesa verso il successo con i colori del team ufficiale. Onesto, grande lavoratore e velocissimo, Danilo interpreta al meglio lo spirito del Ducatista. Gli vogliamo davvero bene.

Danilo, un sogno che si realizza

Per Danilo questa opportunità arriva dopo molti anni di gavetta. Infatti, questo è il suo settimo anno in MotoGp, di cui ben quattro passati in Pramac.

Il suo palmarès contiene ben 6 podi e due giri veloci, ma la parte più importante rigurda la sua capacità di poter lottare ad armi pari con i migliori, da quando guida una Desmosedici ufficiale.

Questo però non ha certo intaccato la sua umiltà, come si può leggere dalla sua dichiarazione: “Entrare a far parte della squadra ufficiale è un sogno che si realizza. È un grande onore diventare pilota del Ducati Team, soprattutto per uno come me che ha iniziato la sua carriera in Ducati come collaudatore di moto di serie.

Prima di tutto vorrei ringraziare Paolo Campinoti e Francesco Guidotti, grazie ai quali quattro anni fa ho iniziato a correre con la Ducati nel Pramac Racing Team. Senza di loro tutto questo non sarebbe stato possibile.

Ringrazio anche i dirigenti di Ducati e Ducati Corse – Claudio Domenicali, Gigi Dall’Igna e Paolo Ciabatti – che mi hanno sempre apprezzato, prima come persona e poi come pilota, e non vedo l’ora di iniziare questa nuova avventura nel team ufficiale. Adesso il mio unico obiettivo è cercare di finire la stagione fra i primi cinque in classifica e poi cominciare la nuova avventura con il Ducati Team.

Fonti:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Pietro Passeri

Studente di Chimica Industriale a Bologna, da sempre appassionato di Motori. Due o quattro ruote non fanno differenza, se si muove con energia propria e fa rumore ha la mia attenzione. Sempre disposto a mettere in discussione la propria opinione e affamato di sapere. Conduttore del programma Red Flag su Radio1909

Lascia un commento