GP di Canada: il Tempio della Velocità Oltreoceano

Circuito Gilles Villenueve, la vera prova del fuoco per le Hypersoft?!

Settimo appuntamento di Formula 1.
La prima gara oltreoceano.
Tre piloti con due vittorie ciascuno.

Sebastian Vettel al Tornate (curva 10): draun_quarter Flickr via Compfight CC (2017)

Tutta l’attenzione è concentrata su Sebastian Vettel (Ferrari), che arriva a Montrèal con una grandissima voglia di riscatto. Solo 14 punti lo separano dalla testa del campionato, dove si trova saldamente Lewis Hamilton (Mercedes).

Ultimo sforzo per il primo motore, anche se alcune squadre hanno scelto di anticipare l’entrata in scena del secondo. Dopo questo fine settimana, inizierà un tour de force di ben 8 settimane che culminerà a Budapest, vigilia della pausa estiva.

Il Circuito

Il Circuito di Montréal, intitolato nel 1982 a Gilles Villenueve, sorge sull’isola di Notre-Dame, che venne costruita nel 1976 per le Olimpiadi, sul fiume San Lorenzo.

Si corre a Montréal dal 1978, il circuito ha subito ben 4 trasformazioni nel corso degli anni, tutte per motivi di sicurezza. L’ultima versione è del 2002 e si corre con questa conformazione sin da quella data. Solo per due volte non si è corso a Montréal, nel 1987 e nel 2009.

Tracciato di Circuit Gilles Villeneuve
Di Île Notre-Dame (Circuit Gilles Villeneuve).svg: Will Pittenger
derivative work: — cBuckley (TalkContribs) – Île Notre-Dame (Circuit Gilles Villeneuve).svg, CC BY-SA 3.0, Collegamento

Il circuito lungo 4,361 Km incastona l’isola con le sue 14 curve.  I piloti dovranno completare ben 70 giri, per una lunghezza complessiva di 305,27 Km.

Novità di quest’anno è l’introduzione di una terza DRS Zone, sul rettilineo di partenza, tra curva 14 e 1.

Courtesy of FIA
Record e statistiche

Il record della pista è ancora di Rubens Barrichello, che nel 2004 a bordo della sua F2004 (Ferrari), ha fermato il cronometro in gara a 1:13.622.

Il record di vittorie su questa pista è di Michael Schumacher (7 vittorie), seguito a ruota da Lewis Hamilton (6). Dei piloti tutt’ora in servizio, hanno vinto solo una volta: Kimi Räikkönen (2005), Fernando Alonso (2006), Robert Kubica (2008), Sebastian Vettel (2013) e Daniel Ricciardo (2014).

Le scuderie più vincenti su questo tracciato sono Ferrari e McLaren, con 13 vittorie a testa. Anche se nell’ultima era ibrida, la Mercedes ha concesso solo nel 2014 il gradino più alto del podio, occupandolo dal 2015 fino ad oggi.

Pronostici: situazione gomme

Il circuito semi-permanente di Montréal è poco utilizzato durante l’anno, quindi l’aderenza cambierà molto velocemente durante il fine settiana. La trazione e la frenata saranno determinanti, perché l’accelerazione longitudinale (rettilinei) è nettamente superiore a quella laterale (curve).

Per questi motivi la Casa milanese ha messo a disposizione le mescole più morbide della loro gamma 2018: Supersoft, Ultrasoft e Hypersoft.

Courtesy of Pirelli

Ferrari e Red Bull si presentano ad armi pari, con 3 set di Hypersoft in più della Mercedes. La casa di Milton Kenyes invece ha puntato di più sulle Supersoft e le Ultrasoft.

L’unica grossa incognita è il meteo, molto imprevedibile e di rapida evoluzione. Che assieme alle vie di fuga molto limitate, influenzerà molto le strategie, a causa dell’alta probabilità d’ingresso della Safety Car.

Orari dirette TV

Venerdì 8 giugno 2018
16:00-17:30 – Libere 1 Formula 1
20:00-21:30 – Libere 2 Formula 1

Sabato 9 giugno 2018
17:00-18:00 – Libere 3 Formula 1
20:00-21:00 – Qualifiche Formula 1

Domenica 10 giugno 2018
20:10 – Gara Formula 1

Orari Differite (TV8)

Sabato 9 giugno 2018
20:00 – Studio Formula 1
21:30 – Qualifiche Formula 1
22:30 – Studio Formula 1

Domenica 10 giugno 2018
20:00 – Studio Formula 1
21:30 – Gara Formula 1
23:30 – Studio Formula 1

Fonti:
  • 12
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Pietro Passeri

Studente di Chimica Industriale a Bologna, da sempre appassionato di Motori. Due o quattro ruote non fanno differenza, se si muove con energia propria e fa rumore ha la mia attenzione. Sempre disposto a mettere in discussione la propria opinione e affamato di sapere. Conduttore del programma Red Flag su Radio1909

Lascia un commento