SBK, ad Aragon ancora Davies e Rea

Due a due e palla al centro. Anche ad Aragon, come in Thailandia, Chaz Davies e Jonathan Rea si sono spartiti le due gare del weekend, invertendosi le prime due posizioni. Rimane a 2 vittorie anche Marco Melandri, nonostante sia risultato meno in forma dei due piloti inglesi rispetto al round di apertura in Australia.

Gara 1

Il sabato di Aragon comincia nel peggiore dei modi: dopo pochi giri dal via Leon Camier viene disarcionato improvvisamente dalla sua moto ed investito dall’incolpevole Jordi Torres, in bagarre con l’inglese del team Red Bull e con Lorenzo Savadori sulla RSV4. Incidente bruttissimo che ha causato l’interruzione della gara con bandiera rossa e trasferimento di Camier in elicottero all’ospedale. Per fortuna è rimasto cosciente in condizioni stabili, ma ha rimediato una lesione toracica con frattura di alcune coste posteriori e contusione polmonare.

Dopo la ripartenza Jhonny Rea è scattato in testa e, dopo aver combattuto con Melandri, Davies e Fores, si è sbarazzato delle tre Ducati centrando il secondo successo stagionale, 56° in carriera.

Secondo Chaz Davies, dopo essere partito (due volte) dall’undicesima posizione a causa di una sfortunata qualifica. Il gallese ha effettuato una bella rimonta mantenendo la calma e sorpassando Fores all’ultima curva. Sul podio anche Xavi Fores, ormai non più una sorpresa. Lo spagnolo del team Barni sta dimostrando di poter essere competitivo in ogni circuito e si sta abituando ad arrivare davanti ad altre Ducati ufficiali.

Quarto Melandri, dopo aver centrato la pole position ed aver siglato il giro veloce in gara. Il ravennate ha corso stabilmente tra i primi, ma sfortunatamente ha accusato un problema in staccata all’inizio dell’ultimo giro che lo ha costretto ad andare brevemente fuori pista ed accontentarsi del quarto posto.

Ottimo debutto nella massima categoria con l’Aruba Racing Junior Team per Michael Ruben Rinaldi, che ha disputato la prima metà di gara ai margini della ‘top five’ per poi chiudere all’ottavo posto.

Quinto Van der Mark e settimo Lowes con le due Yamaha. Sesto Sykes, che ha accusato quasi 10 secondi dal compagno di squadra.

Giugliano, che corre come wild card qui in Spagna, prima Aprilia sul traguardo in 13° posizione.

Gara 2

Nella seconda manche altra gran rimonta di Chaz Davies con la sua Panigale, partito 7° per regolamento. Questa volta però il gallese non si è fermato alla seconda posizione, ma con una serie di bei sorpassi ha battuto il rivale e leader della classifica Rea, conquistando a sua volta la seconda vittoria stagionale.

Secondo quindi l’alfiere Kawasaki, il quale ha commesso un largo nell’ultimo giro che lo ha costretto ad accontentarsi del secondo posto. Sul gradino più basso del podio Marco Melandri, in miglioramento rispetto al sabato ma non più pericoloso come a Philips Island, causa anche una moto molto aggressiva e poco stabile.

Rimangono invece giù dal podio le Yamaha di Lowes e van der Mark, seguite dalla Kawasaki di Tom Sykes, che all’ultimo giro ha passato un sorprendente Michael Rinaldi, alla seconda gara in carriera in Superbike.

Nei primi dieci anche l’Aprilia di Savadori, mentre Giugliano ha chiuso al 19° posto.

Grande delusione per il Team Barni che ha visto scivolare il proprio pilota (Fores) mentre si trovava in prima posizione.

La classifica

Grazie alla seconda posizione in Gara 1 e alla prima in Gara 2, Davies è passato secondo in campionato a discapito del compagno di squadra Melandri. Rimane però distante 12 punti Rea in testa alla classifica.

Quarta la Ducati satellite di Fores, nonostante gli zero punti di domenica.

In quinta e sesta posizione, distanti di soli 3 punti le due Yamaha di Lowes e Van der Mark. Solo settimo Sykes, a quasi metà punti rispetto al compagno di squadra.

Risultati ufficiali e classifica

Prossimo appuntamento il 21 Aprile ad Assen.

 

Sources:

  • 21
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Daniele Lanza

Nato a Bologna nel 1996. Studente di Produzioni Animali alla facoltà di Agraria di Bologna. Appassionato di motori (MotoGP e SBK) e ducatista fin dalla nascita. Conduttore del programma Red Flag su Radio1909.

Lascia un commento