Crotone-Bologna, le pagelle. Delude Verdi, si salva Pulgar

In vista della 31° giornata del campionato di Serie A, il Bologna scende a far visita al Crotone, attualmente invischiata nella lotta per non retrocedere. Partita, quella odierna, vinta dal Crotone con il punteggio di 1-0, grazie al gol di Simy su assist di Stoian al 26′ del primo tempo.

Di seguito le nostre pagelle.

Bologna

Mirante: Sensazione di parziale colpevolezza sul gol subito. Poteva fare di più ma rimane tra i pali, senza accennare l’uscita su un traversone che veniva da lontano. Salva su una battuta corta all’inizio del primo tempo. Il resto del match lo vede impegnato con il contagocce su interventi molto semplici. 5.5

Torosidis: Dalla sua parte Ricci lo punta spesso e volentieri, mandando in difficoltà l’ex Roma che si fa pure ammonire. Concorso di colpa sul gol subito, dato che Simy si infila tra lui e De Maio. Cresce leggermente sulla distanza. 5

De Maio: Poco preciso con i passaggi  di cui uno stava per trasformarsi in una ottima occasione per Simy che però spreca. Stesso discorso del greco sul gol subito. 5

Helander: Il pressing del Crotone lo costringe a trasformarsi in un regista bassi, ma di certo non è una sua qualità. Ingaggia tutta la partita un duello con Simy. Il meno peggio dei due centrali. 5.5

Masina: Un paio di incursioni offensive a dimostrazione che la fase difensiva non è quella che predilige. Uno dei meno peggio dei 4 la di dietro, anche se dalla sua parte arriva il cross del vantaggio. 5.5

Donsah: Fatica a centrocampo rincorrendo i veloci centrocampisti del Crotone, senza riuscire a trovare mai la quadratura del cerchio. Prestazioni altalenanti che agli occhi di Donadoni pesano. 5 (Dal 46′ Dzemaili: Inserito per dare più qualità al centrocampo e magari avere una soluzione in più in fase offensiva, ma si perde nella confusione generale 5.5)

Pulgar: A nostro avviso il migliore dei felsinei. Ci prova fino all’ultimo, procurandosi anche una punizione in zona pericolosa. Unico che riesce a gestire il centrocampo senza andare in confusione con ottimi lanci per i compagni, però si trova a predicare nel vuoto. Sostanza e qualità. 6

Poli: Molto caotico quest’oggi, corre molto spesso a vuoto dietro agli avversari. Anche lui finisce nella confusione più totale del reparto affidandosi a lanci lunghi per Palacio, molto spesso vani. 5 ( Dal 75′ Avenatti: Buttato dentro per cercare la soluzione aerea, ma in 15 minuti non riceve neanche un cross. 5.5)

Di Francesco: Nervoso e confuso nel gestire il gioco. Spesso si intestardisce nel cercare la soluzione personale e finisce per perdere la palla. Ammonito, viene sostituito per non rischiare di giocare in 10. 5 ( Dal 60′ Falletti: Cambio per il nervosissimo Di Francesco, non riesce ad incidere nella manovra, estraniandosi dal gioco 5)

Verdi: Inconcludente e impreciso nelle occasioni che in altre partite sarebbero il suo pane quotidiano. Su 3 punizioni da buona posizione porta a casa un nulla di fatto, ma gli si riconosce di provarci sempre e comunque. 5.5

Palacio: Sparisce alla distanza e soffre molto la fisicità dei centrali difensivi che gli prendono 10 cm e dai compagni riceve solo palloni alti. Tocca pochi palloni in generale, più per colpa altrui che per demerito suo. Come al solito prova di generosità. 5

All Donadoni: A nostro avviso il principale responsabile della partita di oggi, con cambi inspiegabili. Non è riuscito a trasmettere la tranquillità e la voglia di lottare a questa squadra, che oggi è apparsa decisamente molle e demotivata. 4.5

 

 

Immagine: Bologna Football Club

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lorenzo Bignami

Tifoso di Virtus e Bologna, seguo i rossoblù da quando ne ho memoria, sempre abbonato in Bulgarelli. Sono inoltre addetto stampa della Salus Pallacanestro Bologna e collaboro con Concretamente sassuolo da diversi anni

Lascia un commento