MotoGP, ufficializzato Bagnaia in Ducati Pramac nel 2019

“Cosa vuoi fare da grande?”: “Voglio guidare una Ducati in MotoGP”. Non è una frase di circostanza, la MotoGP è il mio sogno fin dal primo giorno che ho allacciato un casco e sono entrato in pista, ma la Ducati lo è ancora da prima, ero piccolo, molto piccolo, ma il rumore della frizione a secco della Ducati di mio zio è un suono che non scorderò mai e gli dicevo sempre guardando la sua 996R: “Zio questa la tieni per me per quando sarò grande?”.

Con queste poche righe piene di emozione Pecco Bagnaia ha annunciato sui profili social il suo trasferimento nella classe regina sulla Ducati del Team Pramac. Pochi minuti dopo è arrivata la conferma dal profilo ufficiale del team, scatenando così il mercato piloti per la stagione 2019-2020.

Francesco “Pecco” Bagnaia è nato a Torino il 14 gennaio 1997 e ha esordito nel campionato mondiale Moto3 nella stagione 2013. Nel 2014 entra a far parte dello SKY Racing Team VR46 ottenendo come miglior risultato un quarto posto a Le Mans. Dopo il primo podio conquistato nel Gran Premio di Francia della stagione successiva, nel 2016 Bagnaia è tra i protagonisti della Moto3 con due vittorie e quattro podi che gli permettono di chiudere al quarto posto la classifica generale. Nel 2017 Pecco passa in Moto2 con lo SKY Racing Team VR46 e disputa una grande stagione (quattro volte sul podio con 2 secondi posti) chiudendo il campionato in 5° posizione e conquistando il premio di Rookie of the Year.

La notizia era nell’aria da un pò ma il team manager Francesco Guidotti e Davide Tardozzi hanno voluto accelerare i tempi facendo firmare un contratto biennale al ragazzo piemontese che lo legherà al team Pramac per i prossimi due anni. Bagnaia diventa così il primo pilota dello SKY Racing Team VR46 ad approdare nella classe regina.

Bagnaia, poco dopo l’annuncio, ha parlato ai microfoni di Sky Sport“L’anno prossimo realizzerò uno dei miei sogni”, afferma Pecco. “Ho detto spesso che mi sarebbe piaciuto correre in MotoGP in sella a una Ducati e finalmente accadrà. Per me è un grande risultato e per questo devo ringraziare il Team, Sky e la VR46 Riders Academy, per tutto il supporto e per avermi seguito nel mio percorso di crescita nelle ultime 5 stagioni, di cui tre nello Sky Racing Team VR46”. Prima di pensare al futuro in MotoGP, chiaramente Bagnaia punta a ben figurare quest’anno in Moto2, senza nascondere i propositi ambiziosi. “Ora, però, è fondamentale rimanere concentrati su quest’ultima stagione in Moto2”, spiega il pilota chivassese. “Abbiamo davvero una grande opportunità, possiamo giocarci delle carte importanti”.

A farne le spese l’anno prossimo sembra dover essere Danilo Petrucci. Nel team ufficiale, infatti, come ribadito spesso da Davide Tardozzi e dai dirigenti Ducati, si sta lavorando per il rinnovo del contratto di Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo. La situazione potrebbe risolversi a breve, con un aumento dello stipendio per il pilota italiano e una riduzione nel contratto dello spagnolo. In Pramac, dunque, ad affiancare Bagnaia dovrebbe rimanere Jack Miller, che è appena arrivato nel nuovo team ed ha già dimostrato un ottimo feeling con la moto nei test invernali.

danilo-petrucci-brno-2017-5-hero

Petrucci libero potrebbe dimostrarsi una grande opportunità per le altre case motociclistiche come Suzuki, Aprilia e KTM, oppure si potrebbe pensare ad una nuova avventura in un team non ufficiale di Honda o Yamaha. Ora è troppo presto per pronosticare i vari spostamenti, ma di sicuro il “fantamercato” si è aperto e non ci metterà poco a concludersi.

 

Sources:

  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Daniele Lanza

Nato a Bologna nel 1996. Studente di Produzioni Animali alla facoltà di Agraria di Bologna. Appassionato di motori (MotoGP e SBK) e ducatista fin dalla nascita. Conduttore del programma Red Flag su Radio1909.