Formula 1, chi ben incomincia…

Vettel, 3 volte vincitore ad Abu Dhabi, imposta il passo nell’ultima FP1 della stagione al circuito di Yas Marina, con il tempo di 1:39.006 precedendo Hamilton di appena 0.120 secondi.

Nonostante il tempo di riferimento, Vettel, lo abbia stabilito molto dopo i giri migliori di Hamilton e Verstappen, l’intera sessione lasciava presagire l’inizio di un fine settimana competitivo capeggiato dai piloti dei principali team separati da meno di due decimi di secondo.

La RedBull è rimasta molto incoraggiata dalla estrema vicinanza di Verstappen a Hamilton, con la coppia separata da appena 0,028 secondi.

Menzione speciale ad Antonio Giovinazzi che con la HAAS è sceso in pista e ha accumulato un distacco di appena 3″ dal giro veloce di Vettel, dimostrando comunque un buon passo gara compiendo ben 21 giri, una Speedtrap di tutto rispetto e rendendosi partecipe di una piccola piroetta alla curva 17, forza Giova!

Non è stato l’unico a perdere di aderenza al retrotreno, prima di lui infatti è toccato a Hulkenberg (Renault) e Russel (Force India).

Hamilton stabilisce il giro record della pista durante le ultime FP2 piazzandosi davanti a Vettel.

Il campione del mondo della stagione F1 2017 sfonda il record del 2011, compiendo il giro della pista col tempo di 1:37.877, finendo davanti a Vettel di 0.149 secondi.

Daniel Ricciardo per RedBull, appena davanti a Kimi Raikkonen nella seconda Ferrari, con meno di mezzo secondo a dividere i primi quattro. Al contrario sia Bottas che Verstappen non hanno particolarmente brillato e rimasti abbastanza fuori passo, con rispettivamente sei decimi e un secondo di distacco dal miglior tempo di Hamilton.

Inoltre Ricciardo è riuscito a tenere un buon passo alla fine della seconda sessione di prove libere, lasciando intendere che magari la RedBull è vicina ai suoi avversari in proiezione verso la gara di domenica. Da non sottovalutare però Vettel (Ferrari) che ha tenuto un passo eccezionale per tutta la sessione.

Nella battaglia tra Toro Rosso (53 punti), Renault (49 punti) e Haas (47 punti) per conquistare il sesto posto nel campionato costruttori (non senza polemiche nelle settimane scorse) è la Renault a prendersi un piccolo vantaggio verso la gara di domenica, con Hulkenberg che si piazza nono per il costruttore francese, con il suo compagno di squadra, Carlos Sainz, tredicesimo.

Mentre le Toro Rosso di Pierre Gasly e Brendon Hartley solo quindicesima e diciannovesima.

Fernando Alonso riesce a stabilire il decimo tempo delle ultime FP2 per la McLaren nell’ultimo fine settimana di gara con il loro partner motoristico Honda, appena davanti alla Williams di Felipe Massa e del suo compagno di squadra Stoffel Vandoorne (McLaren-Honda).

L’ultimo venerdì di prove libere non poteva finire senza un piccolo siparietto tra piloti, questo giro i protagonisti sono stati Ricciardo (RedBull) e Grosjean (Haas).

Sources:

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Pietro Passeri

Studente di Chimica Industriale a Bologna, da sempre appassionato di Motori. Due o quattro ruote non fanno differenza, se si muove con energia propria e fa rumore ha la mia attenzione. Sempre disposto a mettere in discussione la propria opinione e affamato di sapere. Conduttore del programma Red Flag su Radio1909